Una spinta creativa per cambiare il mondo: i Grand Prix For Change, SDG e For Good

Primo Grand Prix Glass – The Lion for a Change – per un’agenzia brasiliana: è quello assegnato a ‘I am’, campagna di Starbucks realizzata da VMLY&R Brazil trasformando ogni caffetteria in un ufficio dell’anagrafe dove le persone transgender e nonbinary potevano cambiare il proprio nome gratuitamente.

Un’operazione forte in un paese dove le persone transgender soffrono di molti pregiudizi se il nome sui documenti non corrisponde alla loro immagine e dove cambiare nome è un costoso incubo burocratico. 

In totale la giuria presieduta da Bozoma Saint John, Chief Marketing Officer di Netflix, ha assegnato solo 7 premi, tra cui un Leone d’oro a #Wombstories (il quarto), un argento a ‘The Call’, campagna firmata da The Bloc NY per l’associazione Empower contro la disuguaglianza di genere, e un bronzo a ‘The Design for Everyone’, lavoro della britannica The&Partnership che risolve il problema dei test di gravidanza per le donne ipovedenti.

Le azioni positive contro il cambiamento climatico e per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU sono più importanti e concrete se partono dalle persone e dalla loro consapevolezza, meglio ancora con una mano d’aiuto da parte delle brand. Questo il concetto di fondo che ha convinto la giuria presieduta da Eduardo Maruri, VP Global Creative Board & President/CEO Europe di Grey Worldwide, a premiare ‘The Calculator 2030’, il sistema della fintech svedese Doconomy che permette di calcolare l’impronta carbonica di ogni acquisto, on e offline.

Il lavoro, realizzato dalla stessa azienda in collaborazione con l’agenza The Farm Stockholm, fa leva sulla razionalità delle persone, permettendo di visualizzare non solo la CO2 generata per produrre una scarpa o una T-shirt, ma anche il tempo rimanente per l’ambiente e i costi economici per il pianeta e offrendo alle imprese, soprattutto le PMI che non possono permettersi costi elevati, una piattaforma aperta che rende accessibile a tutti una produzione più sostenibile. Doconomy aveva vinto un Grand Prix nel 2019 nella categoria Creative eCommerce con l’app che valuta i consumi di CO2 e la carta di credito che premia chi consuma meno.

Il Grand Prix For Good è andato a #StillSpeakingUp DeepTruth, già vincitore di un Leone d’oro nella categoria Direct, che Publicis Mexico (con Publicis Lituania) ha realizzato per la sede locale di Reporter Sans Frontieres e Propuesta Cìvica. Primo Grand Prix per il Messico, il lavoro è una multisoggetto che ricorda una serie di grandi questioni sociali che in Messico restano senza risposta, dal problema della sicurezza alla libertà d’espressione.

Una spinta creativa per cambiare il mondo: i Grand Prix For Change, SDG e For Good ultima modifica: 2021-06-25T20:52:59+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment