Adform dic2021-gen2022
 

Le armi al posto dei giornali in edicola: TBWA\Italia e l’AIGC mostrano la forza dei media e chiedono un’assunzione di responsabilità

Il sensazionalismo nel raccontare le notizie non fa per niente bene all’informazione: Tbwa\Italia, ideatrice del progetto, sostiene l’Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo (AIGC) nella campagna intitolata ‘L’informazione può essere pericolosa. Al giornalismo della paura preferiamo quello delle soluzioni’, con un’istallazione sui generis.

A Milano, l’edicola di corso San Gottardo viene trasformata da un allestimento con armi finte al posto dei giornali, per simboleggiare la potenza dei media e, allo stesso tempo, la vulnerabilità del sistema delle notizie.

Le armi al posto dei giornali in edicola: TBWA\Italia e l'AIGC mostrano la forza dei media e chiedono un'assunzione di responsabilità

L’AIGC contesta una descrizione e un racconto in modalità sensazionalistica, allarmistica, con titoli strillati, tali da creare uno stato di giudizio alterato e potenzialmente pericoloso e con questa iniziativa vuole sensibilizzare la filiera dell’informazione. Insieme alla distribuzione di volantini informativi, sarà lanciata una petizione indirizzata al nuovo presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, alla presidente della Rai Marinella Soldi e al nuovo a.d. Carlo Fuortes, al presidente della FIEG Andrea Riffeser Monti, e a tutti gli editori e direttori delle emittenti radio TV e di testate giornalistiche, affinché adottino un nuovo approccio nel comunicare le notizie, meno drammatico, più equilibrato, più rappresentativo della realtà. In altre parole, più costruttivo, spiega Silvio Malvolti, presidente AIGC.

“Come comunicatori, sentiamo e abbiamo il dovere di contribuire alle cause importanti della nostra società: è una delle grandi possibilità del nostro lavoro e noi di Tbwa siamo in prima linea con tutte le nostre energie, ogni volta che c’è l’occasione di farlo”, dichiara Mirco Pagano, chief creative officer di Tbwa\Italia, spiegando così perché l’agenzia ha deciso di far propria la causa di AIGC.

Le armi al posto dei giornali in edicola: TBWA\Italia e l’AIGC mostrano la forza dei media e chiedono un’assunzione di responsabilità ultima modifica: 2021-11-04T11:55:55+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment