Eggers kamasutra
 

Dentsu riunisce le agenzie creative in un’unica sigla: nasce Dentsu Creative

In Italia il passaggio a Dentsu Creative sarà completato entro la fine dell’anno. L’executive board nel nostro paese è formato dal ceo Emanuele Nenna e  dagli attuali ceo delle sigle locali: Alessia Oggiano (The Big Now/mcgarrybowen), Massimiliano Chiesa (Isobar), Stefano Pagani (The Story Lab) e Silvia Rossi (MKTG)

Dentsu International annuncia la nascita di Dentsu Creative, network che unisce sotto un’unica sigla le sue agenzie creative (tra cui DentsuMB, Isobar, The Story Lab, MKTG e 360i).

Dentsu riunisce le agenzie creative in un’unica sigla: Nasce Dentsu Creative

Obiettivo principale della nuova sigla creativa – spiega una nota –  sarà quello di semplificare la relazione con i clienti, e di sviluppare una creatività orizzontale, capace di attraversare e influenzare anche media e cxm – gli altri due pilastri di Dentsu International.

Alla guida del network globale Fred Levron, entrato nel gruppo nel novembre 2021 come global chief creative officer

Dentsu Creative mette insieme 9.000 creativi in ​​46 mercati, che lavoreranno in sinergia con i 37.000 esperti di media e CXM di Dentsu International, con un filo diretto di collaborazione con il team creativo di Dentsu Japan.

Levron ha dichiarato: «Ci siamo chiesti: se avessimo la possibilità di costruire un network creativo globale totalmente nuovo, progettato per il mondo di oggi, come sarebbe? Dentsu Creative è la risposta a questa domanda. I clienti, i talenti e tutta l’industry sono in attesa di un vero cambiamento: nel modo in cui costruiamo i brand, nel modo in cui collaboriamo e nel ruolo che diamo alla creatività. Se i player attuali hanno stabilito le regole del secolo scorso, noi abbiamo l’ambizione di stabilire le regole per i decenni a venire».

Wendy Clark, global ceo di Dentsu International, ha aggiunto: «In Dentsu stiamo costruendo un network moderno di agenzie alimentato dalla creatività orizzontale, una creatività progettata per unire le nostre persone, le loro capacità e la nostra offerta per i clienti. Siamo fortunati a poter attingere dal nostro heritage giapponese che ha una attenzione continua al crafting, all’innovazione e alla creatività. Questo heritage ha ispirato la nostra visione per la “Modern Creativity”: nata in Giappone e cresciuta in un mondo connesso. Dentsu Creative propone un modello creativo volto alla  semplificazione, abbattendo i silos delle agenzie tradizionali, per mettere a disposizione delle sfide dei clienti i giusti talenti, al momento giusto».

Wendy Clark e Fred Levron

 

IN ITALIA ALLO STUDIO UN NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE

Emanuele Nenna, ceo per l’Italia di Dentsu Creative, ha commentato così: «Siamo molto felici di poter vivere da protagonisti uno dei momenti storici più importanti per Dentsu, che si trasforma in tutto il mondo per dare alla creatività un ruolo centrale. Dentsu Creative in Italia ha una posizione cruciale nel network, considerando che già oggi è tra i primi tre player a livello EMEA. Anche per questo il Gruppo ha messo a nostra disposizione importanti investimenti, per supportare il progetto ambizioso di diventare, in breve tempo, una delle agenzie più ambite dai creativi italiani, il luogo in cui i talenti possano aspirare a creare il miglior lavoro della loro carriera».

Da sinistra a destra: Alessia Oggiano, Massimiliano Chiesa, Emanuele Nenna, Stefano Pagani, Silvia Rossi

Parlando dei prossimi step, Nenna precisa: «in Italia il passaggio all’unico brand Dentsu Creative sarà graduale e lo completeremo entro la fine dell’anno. Anche se di fatto partiamo avvantaggiati: Dentsu Creative già da gennaio è una legal entity unica, e i nostri brand contribuiscono ad un P/L comune da molto tempo. Nell’executive board di Dentsu Creative, formato da me e dagli attuali ceo delle sigle locali (Alessia Oggiano per The Big Now/mcgarrybowen, Massimiliano Chiesa per Isobar, Stefano Pagani per The Story Lab e Silvia Rossi per  MKTG), stiamo studiando un nuovo modello di governance, per valorizzare ancor più il talento e le potenzialità individuali, e fornire ai nostri 300 collaboratori uno schema organizzativo capace di integrare sempre meglio competenze molto diverse tra loro, tutte indispensabili per i clienti di oggi».

Il lancio fa seguito all’annuncio dello scorso febbraio di Dentsu Group relativo allo stanziamento di un fondo di investimento per acquisizioni tra i 250 e i 300 miliari di JPY per il periodo 2022-2024.

Dentsu riunisce le agenzie creative in un’unica sigla: nasce Dentsu Creative ultima modifica: 2022-06-20T15:00:51+02:00 da Redazione

Related posts

Comment