DoubleVerify ha scoperto una truffa che bypassa le protezioni di ads.txt 

Finalmente adottato in modo abbastanza omogeneo nel settore, il file ads.txt ideato da IAB per porre un argine alle frodi ha però una falla.

Gentile lettore,
questo articolo è in un'area riservata ai soli abbonati al quotidiano Brand News.

Se sei abbonato puoi accedere con la tua login e password, oppure puoi richiedere informazioni sull'abbonamento scrivendo ad admin@brand-news.it o telefonando allo 393 9367226

DoubleVerify ha scoperto una truffa che bypassa le protezioni di ads.txt  ultima modifica: 2019-02-13T13:44:27+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment