Wired presenta nel pop-up shop le migliori idee tecnologiche del 2012 a NY e per la prima volta a Londra

A New York resterà aperto fino al 23 dicembre il pop-up store del magazine dedicato ai gadget tecnologici, alla sua ottava edizione. Debutto a Londra in edizione ‘slim’. Ma si può curiosare anche online

 

Riapre per l’ottavo anno di seguito a New York, nel cuore di SoHo, il pop-up store di Wired quest’anno sponsorizzato da Buick e Citi. Rimarrà aperto fino al 23 dicembre per presentare le 150 migliori idee tecnologiche con esperienze di shopping interattive, installazioni, eventi speciali. Per la prima volta invece lo shop farà la sua comparsa a Londra, ma per soli sei giorni, fino a domani.

Tra i prodotti in esposizione le scarpe con gps ‘No Place Like Home’ che rivisitano in chiave tecnologica le scarpette magiche di Dorothy del Mago di Oz capaci di riportare a casa chi le indossa; ‘Boite A Musique’, scatola musicale realizzata con le tecnologie utilizzate per gli orologi svizzeri artigianali; un abito della stilista olandese Iris Van Herpen che veste Bjork and Lady Gaga; RotoBooth che reinventa il modo di fare le foto e condividerle; Happiness Machine, che non è quella della Coca Cola ma una stampante che stampa in modo casuale idee prese dalla rete capaci di regalare un sorriso.

Lo store è anche online all’indirizzo store.wired.com. I lettori possono partecipare anche a un concorso che mette in palio prodotti tratti dalla ‘wish list’ compilata dai redattori del magazine.

 

Wired presenta nel pop-up shop le migliori idee tecnologiche del 2012 a NY e per la prima volta a Londra ultima modifica: 2012-12-04T12:09:43+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment