Onlineprinters nov-dic 2020
 

Sky entra nel territorio degli OTT con la piattaforma di media buying self service Sky Advertising Manager

Con Sky Advertising Manager il broadcaster si apre al mercato delle PMI che costituisce il grosso degli investimenti pubblicitari sulle piattaforme big tech

Prima nel nostro paese e per alcuni versi anche a livello europeo, Sky Italia ha inaugurato ieri la piattaforma self service di media buying Sky Advertising Manager. Una soluzione che permetterà agli inserzionisti pubblicitari, dai grandi alle tantissime piccole e medie aziende italiane, di pianificare una campagna multicanale in modo autonomo sui mezzi Sky e oltre.

«Sky Advertising Manager è un prodotto innovativo che per la prima volta unisce la tv ‘offline’ e il mondo digitale – spiega Aldo Agostinelli, Digital Officer di Sky Italia -. Si pianifica in modalità self service, come prima era possibile fare solo su Google, Facebook e Amazon, senza passare per un processo manuale che implicava una serie infinita di telefonate. Le PMI potranno usare una semplice carta di credito mentre i grandi inserzionisti avranno a disposizione un fido, ma entrambe avranno la stessa esperienza, semplice e trasparente».

I mezzi a disposizione includono tutto il portafoglio gestito da Sky Media, da ora i canali free to air e digitali TV8 e Cielo, e tra pochi mesi anche tutti i canali lineari pay Sky, Fox Networks Group, Viacom CBS, Eurosport, Sky on demand, Sky Go, la tecnologia AD Smart e il digital out of home degli Aeroporti di Roma Fiumicino e Ciampino.

A questi si aggiungono, già da oggi, tutti i siti di Sky e l’offerta Fluid con più di 350 siti affiliati e 30 milioni di visitatori unici al mese, local advertising e le app via proximity mobile. La piattaforma si può inoltre usare per pianificare gli stessi Google e Facebook. «Siamo aperti a nuovi partner. Sky Advertising Manager è stata pensata come una piattaforma aperta e siamo in parola con altri operatori per ampliare ulteriormente l’offerta di inventory» aggiunge Agostinelli. 

Di fatto Sky si apre a un mercato enorme, quello che costituisce la ‘pancia’ degli OTT, fatto di budget piccoli, anche di poche migliaia di euro. Basti pensare che IAB e Nielsen nel 2019 hanno stimato in 1 miliardo il valore di tali investimenti pubblicitari oggi per la stragrande maggioranza intercettato da Google e Facebook in Italia.

In modo semplice e in autonomia, ma con un’assistenza dedicata, Sky Advertising Manager consente di personalizzare la campagna selezionando contenuti, canali e audience desiderate in funzione di target e budget. Efficacia e visibilità vengono massimizzati grazie agli algoritmi che alimentano la piattaforma, sviluppata da Sky insieme alla società di mobile marketing Hic Mobile. La piattaforma permette anche di scegliere target e cluster specifici, come uomini, donne, età, calcio, news, lifestyle, ecc ed è GDPR compliant.

«Abbiamo cercato di creare una piattaforma all’avanguardia rispetto a quanto c’è oggi, adatta alle esigenze dell’intero mercato – aggiunge Enrico Majer, co-fondatore assieme a Max Willinger di Hic Mobile – L’abbiamo progettata in modo che l’efficacia di un investimento sia sempre garantita, a fronte di ogni tipo di disponibilità economica. Il budget corrisponde a un quantitativo di inventory che viene esplicitato in modo trasparente sulla piattaforma, se non è sufficiente a raggiungere un obiettivo la transazione non viene portata a termine».

L’Italia in questo progetto è pioniera, tant’è che il prossimo anno è previsto l’ampliamento di Sky Advertising Manager negli altri paesi europei dove Sky è presente, partendo da Uk e Germania già probabilmente a febbraio.

Le audience sono certificate Auditel e Comscore, mentre tre società internazionali indipendenti valutano brand safety, frodi/bot e performance.

Quattro agenzie media hanno testato la piattaforma, con clienti di tutte le dimensioni, e a riguardo, spiega Agostinelli, non rischiano alcuna cannibalizzazione. «Oggi quel mercato è in mano agli OTT. Abbiamo condotto i test con le agenzie e fatto un mini roadshow ma nessuna agenzia ha dimostrato questi dubbi. Anzi, la piattaforma è uno strumento ‘all in one’ in più che facilita loro il lavoro nelle pianificazioni multicanale e permette di offrire un’opportunità in più agli investitori più piccoli, che magari non hanno in casa persone preparate a gestire questi investimenti».

Sky entra nel territorio degli OTT con la piattaforma di media buying self service Sky Advertising Manager ultima modifica: 2020-10-30T11:08:37+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment