onlineprinters maggio 2020
 

Publitalia, Cardani: “L’impatto del Coronavirus sulla pubblicità sarà rilevante”. Nel 1° bimestre raccolta a +2,1%, “marzo negativo e anche aprile sarà condizionato”

Il general manager marketing di Publitalia Matteo Cardani fa il punto sull’andamento della raccolta pubblicitaria di Mediaset. L’emergenza Coronavirus impedisce previsioni

L’impatto dell’emergenza Coronavirus “sarà sicuramente rilevante” ma non è possibile indicare ancora quanto. Lo ha detto Matteo Cardani, general manager marketing di Publitalia, nel corso della presentazione dei risultati del gruppo agli analisti.

Il manager ha dichiarato che nei mesi di gennaio e febbraio la raccolta pubblicitaria del gruppo è stata positiva, con ricavi in crescita del 2,1%. “Abbiamo avuto un inizio di anno molto buono, poi è arrivato il Coronavirus ma dobbiamo stare calmi”.

Quindi il mese di marzo sarà sicuramente negativo e anche aprile sarà condizionato.

Publitalia, Cardani: "L'impatto del Coronavirus sulla pubblicità sarà rilevante". Nel 1° bimestre raccolta a +2,1%
Matteo Cardani, general manager marketing di Publitalia

“Fino a venerdì scorso l’impatto è stato trascurabile – ha aggiunto Cardani – Ora siamo nella fase 2, l’escalation vera e propria è avvenuta 48 ore fa dopo le decisioni di domenica del nostro governo: le nuove misure hanno cambiato la situazione e non siamo in grado di valutare l’impatto complessivo sul mese di marzo e sull’intero trimestre”.

Un concetto che è stato comunicato anche dall’azienda nella nota con i dati di esercizio del 2019: “Allo stato attuale non è possibile formulare previsioni attendibili circa gli impatti dell’emergenza sulla gestione e i risultati di Gruppo”.

Ma Cardani ha anche sottolineato come “i media sono oggi più centrali che mai e alla fine di questa emergenza i livelli di ascolti della tv e degli altri sistemi di comunicazione saranno i più alti di sempre. La continuità del business è garantita”.

L’anno scorso Mediaset ha registrato ricavi per 2.925 milioni (rispetto ai 3.401 del 2018 anche per il nuovo perimetro di core business) e un utile di 190 rispetto ai 97 precedenti al netto delle operazioni straordinarie come la plusvalenza EiTowers.

I ricavi in Italia si sono assestati a 1.982,1 milioni di euro rispetto ai 2.421,4 milioni di euro dell’anno precedente, dato che riflette la netta riduzione dei ricavi caratteristici di Premium assenti nel secondo semestre. In Spagna sono stati pari a 946,2 milioni di euro rispetto ai 981,6 milioni del 2018.

I ricavi pubblicitari televisivi lordi si sono assestati a 1.939,0 milioni di euro rispetto ai 2.112,2 milioni di euro del 2018. A parità di perimetro  l’andamento organico della raccolta  risulta quindi pari a -3,6%, un dato migliore di quello del mercato che – depurato per omogeneità dei Mondiali di Calcio – registra un risultato del -4,2%.

I ricavi pubblicitari lordi di Mediaset España sono pari a 916,5 milioni di euro rispetto ai 963,6 milioni di euro dell’esercizio precedente.

Publitalia, Cardani: “L’impatto del Coronavirus sulla pubblicità sarà rilevante”. Nel 1° bimestre raccolta a +2,1%, “marzo negativo e anche aprile sarà condizionato” ultima modifica: 2020-03-11T12:06:10+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment