Brand News > MEDIA > TV >  

Mediaset: ok alle modifiche allo statuto Mfe. Prosegue scontro con Vivendi

L’assemblea straordinaria degli azionisti di Mediaset ha approvato le modifiche allo statuto di Mfe – Mediaforeurope

Questa mattina l’assemblea straordinaria degli azionisti di Mediaset ha approvato a maggioranza le modifiche allo statuto di Mfe – Mediaforeurope, la holding olandese in cui si fonderanno Mediaset e Mediaset Espana.

A favore i voti del 79,8% del capitale presente, pari al 48,2% del capitale complessivo, mentre quelli contrari sono stati il 19,7%, pari all’11,9% del capitale totale.

Il cda di Mediaset, come avvenuto nelle riunioni precedenti, ha escluso dai lavori assembleari Simon Fiduciaria, il trust che custodisce il 19,19% del capitale conferitole da Vivendi, detentrice di un altro 9,6%, che invece è stata ammessa all’assemblea.

Il progetto di un broadcaster europeo, in attesa delle pronunce dei vari tribunali a cui ha fatto ricorso Vivendi, va dunque avanti.

“L’obiettivo di oggi, con l’approvazione delle modifiche statutarie – ha detto il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri – è quello di proseguire con l’attuazione del nostro progetto industriale paneuropeo, nell’ottica di ritrovare quelle dimensioni che, vista la concorrenza globale nell’ambito dei new media, ci assicurino un ruolo competitivo nei Paesi di riferimento è nell’agone europeo”.

Confalonieri ha attaccato il gruppo francese, accusandolo di non proporre progetti industriali, ma di provocare un “immobilismo che rischia, togliendo le nostre forze dal progetto, di portarci al declino”. Il mercato, intanto, “procede, i nostri concorrenti modificano il loro posizionamento competitivo e noi siamo obbligati a combattere nelle aule di tribunale. Noi ci ribelliamo a chi vuole una Mediaset in difficoltà che diventi terra di conquista”.

Mediaset: ok alle modifiche allo statuto Mfe. Prosegue scontro con Vivendi
Fedele Confalonieri

E anche il vicepresidente e a.d. di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, ha spiegato che “avere un socio che zavorra Mediaset è pesante in questo momento complicato. E non se ne capiscono le ragioni”.

Pier Silvio Berlusconi, a. d. del Gruppo Mediaset

Vivendi ha votato contro le modifiche. “Il cda di Mediaset – ha dichiarato Caroline Le Masne de Chermont, capo degli affari legali del gruppo francese – sta bruciando le tappe per completare la fusione il prima possibile senza rispettare le procedure di legge. Ci viene chiesto di approvare un nuovo ma ancora abusivo progetto di fusione. Il cda sta mettendo la società in una situazione di incertezza giuridica e Vivendi non ha altra possibilità di votare contro la delibera”.

Le modifiche alla proposta di statuto e ai termini e condizioni delle azioni a voto speciale approvate dall’assemblea di oggi dovranno essere approvate anche dall’assemblea degli azionisti di Mediaset Espana Comunicacion, in calendario il prossimo 5 febbraio, e dai soci di Mediaset Investment. Intanto gli occhi sono puntati sull’appuntamento del 21 gennaio, quando le parti in causa si incontreranno al Tribunale di Milano davanti al giudice Elena Riva Crugnola, chiamata a esprimersi sul futuro di Mfe.

 

Mediaset: ok alle modifiche allo statuto Mfe. Prosegue scontro con Vivendi ultima modifica: 2020-01-10T15:44:17+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment