Onlineprinters marzo 2020
 
Brand News > MEDIA > TV >  

Discovery Italia nel 2020 si conferma terzo editore tv nazionale. La share cresce del 4%

Anno d’oro per il consumo non lineare sulle piattaforme del gruppo: 2.8 milioni di utenti al mese, in crescita del 45% vs 2019

Discovery Italia registra nel 2020 il suo miglior anno di sempre sfiorando l’8% di share nelle 24 ore sul pubblico totale (7,7%, +4% vs 2019), share che sale al 10% sul target commerciale 25-54, confermando anche nel 2020 la terza posizione fra gli editori nazionali.

Laura Carafoli, SVP chief content officer Discovery, commenta: “Siamo molto orgogliosi di questi record ottenuti durante un anno in cui la sfida principale, oltre a mantenere alti gli ascolti, è stata quella di continuare ad arricchire l’offerta del portoflio con contenuti originali anche in una situazione produttiva così complessa. Una sfida che ci ha portato a lanciare nuovi programmi e nuovi volti, rafforzando sempre di più la nostra identità e distintività. Adesso siamo pronti ad affrontare il 2021 con grande slancio, a partire dal recentissimo debutto di discovery+, una vera rivoluzione per il gruppo, che andrà a completare con un servizio ott globale all’avanguardia la straordinaria offerta di canali lineari, e per il pubblico, grazie al suo posizionamento unico”.

Discovery Italia nel 2020 si conferma terzo editore tv nazionale. La share cresce del 4%
Laura Carafoli

Nove e Real Time confermano anche nel 2020 le loro rispettive posizioni di #9 e #10 canale nazionale nel ranking dei canali più visti. Nove, in particolare, ha registrato anche nel 2020 il migliore anno di sempre nelle 24 ore, con l’1,7% di share (+5% vs 2019), registrando la maggior crescita tra i primi nove canali nazionali. Un dato che si conferma anche in prime time.

I due principali canali del gruppo, inoltre, al venerdì in autunno hanno registrato una media dell’11,5% di share, ottenuto grazie anche alla stagione record di “Fratelli di Crozza” (record di sempre per una produzione originale su un canale del gruppo con 1,9mio di telespettatori e il 7,1% di share nella puntata del 27 novembre) e “Bake Off Italia”.

Da segnalare la  crescita di Dmax, che tocca quota 0,9% di share sul totale individui e registra una crescita del 12% rispetto al 2019: miglior risultato degli ultimi 3 anni per il canale.

Performance record anche per Food Network che nel 2020 registra il suo miglior anno di sempre, raggiungendo lo 0,5% di share sul totale individui, in crescita del 19% vs 2019, e lo 0,6% di share sulle donne 25-54 (+12% vs 2019). Buon debutto per HGTV – Home & Garden TV, lanciato a febbraio 2020 e arrivato allo 0,4% di share sul totale individui.

I più visti del 2020 (media di stagione)

Per quanto riguarda i canali kids, Discovery (con il 9,8% di share) si posiziona, con i canali K2 e Frisbee, come #2 editore sul target 4-14anni e #2 editore sul target 4-10anni (con il 12,5% di share), target sul quale Frisbee (al 6,5% di share) e K2 (al 6,1% di share) risultano essere i primi due canali kids commerciali.

Conferme anche per il portfolio pay con Discovery Channel che mantiene la leadership dell’area 400 di Sky.

Infine, ottimi risultati anche per il consumo non lineare sulle piattaforme del gruppo (Dplay che dal 6 gennaio è diventato discovery+)  che registra 2.8 milioni di utenti connessi al mese (+45% vs 2019)  e 1.5 milioni di ore viste al mese (+44% vs 2019).

Discovery Italia nel 2020 si conferma terzo editore tv nazionale. La share cresce del 4% ultima modifica: 2021-01-07T15:01:17+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment