Fieg: più rispetto per i diritti degli editori con il Digital Market Act dell’UE

Gli editori europei, rappresentati dalle associazioni Enpa ed Emma, hanno incontrato la vice presidente dell’Unione Europea Vera Jurova e il Commissario al Mercato Interno Thierry Breton in vista dell’imminente pubblicazione del Digital Market Act attesa il 9 dicembre che dovrà garantire il rispetto dei diritti degli editori.

Il settore, provato dalla pandemia e dalla transizione digitale, ha chiesto la pubblicazione di una proposta che introduca regole ‘ex ante’ il DMA per garantire che i mercati in cui operano le grandi piattaforme rimangano equi e contendibili.

Gli editori chiedono che siano create “condizioni di parità nei mercati digitali” dove le piattaforme che agiscono come gatekeeper determinano se e come i contenuti siano disponibili, visibili e accessibili.

Il DMA viene considerato come l’unico strumento appropriato per garantire il diritto connesso garantito dalla Direttiva Copyright, ma per gli editori deve anche includere l’obbligo per le piattaforme di avviare negoziati con tutte le pubblicazione e offrire un equo pagamento per i loro contenuti.

Con le richieste avanzate alla Commissione UE, le associazioni hanno espresso anche le loro preoccupazioni per la proposta di regolamento ePrivacy chiedendo di considerare un approccio che salvaguardi i modelli di finanziamento della stampa, giudicando l’attuale proposta “obsoleta e fondamentalmente viziata”.

Fieg: più rispetto per i diritti degli editori con il Digital Market Act dell’UE ultima modifica: 2020-11-27T10:56:14+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment