Domus presenta le novità e per il 2021 punta a una crescita a doppia cifra dei ricavi pubblicitari

L’architetto giapponese Tadao Ando firmerà i prossimi dieci numeri del giornale, che potenzia i contenuti per rivolgersi a un perimetro di aziende più allargato. Nasce l’area Domus Contest dedicata alla comunicazione e promozione dei grandi progetti e concorsi di architettura

Il viaggio di Domus prosegue nel 2021 con il guest editor Tadao Ando. Sarà il noto architetto giapponese a firmare i prossimi dieci numeri del giornale diventando il quarto protagonista del progetto editoriale 10x10x10, che vede dieci grandi esponenti dell’architettura internazionale alternarsi alla guida di dieci numeri ciascuno, per un totale di dieci anni, fino al 100° anniversario di Domus.

Come ogni anno l’annuncio del nuovo guest editor è accompagnato da una monografia, che esce in allegato al numero di dicembre.

Per il 2021 Domus annuncia un’evoluzione nella struttura del magazine. Sarà il “Diario”, prima parte del giornale a cui seguono le market news e i progetti selezionati dal Guest Editor, a presentare un incisivo miglioramento risultando suddivisa in tre macro sezioni a ciascuna delle quali verrà data precisa identità.

Ad accompagnare gli 11 numeri del magazine, dieci firmati dal guest editor Tadao Ando e uno realizzato interamente dalla redazione dedicato all’italianità, saranno 4 speciali tematici: il primo, in uscita a giugno, si intitolerà “Progettazione e Design Sostenibile”, il secondo previsto per ottobre verrà dedicato al living contemporaneo e si chiamerà “Domus Interior Design”. In chiusura d’anno è confermato l’allegato Contract (novembre) e la monografia dedicata al nuovo Guest Editor (dicembre).

I NUMERI – Nel 2020 domusweb.it ha superato i 410 mila browser unici (oltre +20% vs 2019) e i 4.3 milioni di pagine viste (oltre il +30% vs 2019), registrando una fruizione sempre più mobile-oriented. A questo proposito, oltre il 65% delle visite proviene da dispositivi mobili, mentre nel 2019 si fermavano a poco più del 50%. (Fonte dati Webtrekk 2020 al 30 novembre, valori medi mese). A questi dati va aggiunta la dimensione social, che rende il network digital di Domus in grado di dialogare con quasi 400 mila follower su Instagram e più di 700 mila su Facebook.

“Il potenziamento di contenuti e formati previsto per l’anno nuovo – spiegano da Editoriale Domus – permetterà quindi di proseguire il dialogo con le aziende del core business e allargare il perimetro a nuove categorie di interlocutori”.

Per l’anno in corso, l’andamento del sistema Domus “è penalizzato dalla pandemia in misura decisamente inferiore, circa la metà, rispetto alla media dei suoi competitor”. L’obiettivo pubblicitario per il 2021 è tornare a crescere in doppia cifra.

Sempre lato digital, per l’anno nuovo sono previste ulteriori soluzioni di storytelling, dedicate al “saper fare” delle aziende e all’approfondimento di tematiche legate alla sostenibilità.

Lato eventi, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia, il Domusforum – main event ideato e organizzato dal brand e giunto quest’anno alla terza edizione – ha registrato una crescita dei ricavi. Virato in formato digitale, per ottemperare alle disposizioni di sicurezza, ma rimasto fedele alla sua originaria formula istituzionale, l’evento ha confermato l’ottimo riscontro sia degli utenti che del mercato. L’appuntamento con la quarta edizione viene confermato per la seconda parte del 2021.

Tra le novità annunciate per il 2021 c’è la nascita di una nuova area strategica intitolata “Domus Contest” e dedicata alla comunicazione e promozione dei grandi progetti e concorsi di architettura. “Uno strumento innovativo – spiega la casa editrice – messo a disposizione dei committenti, delle grandi aziende, degli investitori istituzionali, oltre che degli sviluppatori e dei fondi di investimento a carattere immobiliare”.

Domus presenta le novità e per il 2021 punta a una crescita a doppia cifra dei ricavi pubblicitari
Sofia Bordone, ceo di Editoriale Domus

Sofia Bordone, a.d. di Editoriale Domus, commenta: “In un anno così complicato in cui il mondo del design come quello dell’architettura hanno subito un improvviso e prolungato semaforo rosso, Domus ha confermato la sua innata capacità di affrontare le sfide più difficili riuscendo a cavalcare l’onda con quel profondo senso di responsabilità verso i suoi utenti e l’intera comunità di stakeholder. La sua evoluzione, il suo anticipare i tempi, il suo oltrepassare i confini non si ferma. Ribadendo l’impegno a continuare a essere fonte di ispirazione per i professionisti e le nuove generazioni del settore oltre che un affidabile ed esclusivo interlocutore per il mercato, Domus guarda al 2021 con ottimismo ed entusiasmo. E con la speranza di un ritrovato semaforo verde per tutti”.

Domus presenta le novità e per il 2021 punta a una crescita a doppia cifra dei ricavi pubblicitari ultima modifica: 2020-12-04T12:06:52+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment