Uci Cinemas sett20 1000×150
 
Brand News > MEDIA > TV >  

Discovery acquisisce Switchover Media e diventa il terzo editore tv italiano per share

Discovery ha acquisito il 100% di Switchover Media, l’editore televisivo italiano proprietario di quattro canali televisivi gratuiti (Giallo, Focus, K2 e Frisbee) e di un canale a pagamento (Gxt). Con questa operazione, Discovery diventa il terzo editore televisivo italiano in termini di audience share complessiva.

 “L’acquisizione di Switchover Media amplia ulteriormente la nostra presenza nel digitale terrestre free e diversifica il nostro portafoglio, che oggi include anche una programmazione dedicata al target kids e una dedicata alle serie crime, che tanto successo hanno avuto sia in termini di pubblico, che di raccolta pubblicitaria” ha affermato Dee Forbes, Presidente e Managing Director di Discovery Networks Western Europe.

Marinella Soldi

Con l’acquisizione di Switchover Media, che ha sede a Roma, Discovery giunge a gestire in Italia sei canali free e sei a pagamento. La nuova struttura risponderà a Marinella Soldi, Amministratore Delegato di Discovery Italia e General Manager Southern Europe, con base a Milano. Francesco Nespega, fondatore ed ex azionista di controllo di Switchover Media, collaborerà con Discovery in tutta la fase di transizione.

Switchover Media, fondata nel 2009 dal Managing Partner Francesco Nespega, gestisce due canali free rivolti a target adulti: Giallo, canale di serie tv dedicato al genere crime particolarmente amato dal pubblico femminile, e Focus, un canale di intrattenimento factual rivolto ad un pubblico maschile. Switchover Media gestisce, inoltre, due canali gratuiti rivolti ai bambini, K2 e Frisbee, e GXT un canale a pagamento che si rivolge ad un pubblico maschile giovane.

I canali free di Discovery in Italia includono Real Time – un canale di intrattenimento a target donna lanciato nel 2010, che è adesso il settimo più grande in Italia dedicato a questo pubblico, e DMAX che, lanciato solo alla fine del 2011, è già diventato il nono canale tra gli spettatori di sesso maschile. I canali pay includono il principale Discovery Channel globale, Animal Planet, Discovery Travel & Living, Discovery Science e Discovery World.

L’operazione è stata regolarmente comunicata alle autorità del settore. La consulenza legale sulla transazione è stata fornita a Discovery da Carnelutti – Studio Legale Associato. Switchover Media si è avvalsa della consulenza finanziaria di Tages Capital e di quella legale di Legance.

Discovery acquisisce Switchover Media e diventa il terzo editore tv italiano per share ultima modifica: 2013-01-14T12:21:40+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment