Onlineprinters nov-dic 2020
 

L’Europa luogo di opportunità per i giovani italiani. La ricerca di Viacom

Le nuove evidenze sul rapporto tra giovani, politica e società tracciate da Viacom Italia con il suo brand MTV

Nè bamboccioni nè fannulloni, come erano stati definiti in passato: i giovani europei, italiani compresi, sono determinati e pronti a mettersi in gioco.

E’ quanto emerge dalla ricerca di Viacom realizzata ad aprile 2019 in vista delle Elezioni Europee su un campione di oltre 1.000 ragazzi italiani e 10.000 europei tra i 18 e i 34 anni i (in Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Olanda, Polonia, Spagna e Regno Unito).

“Il dato principale che emerge dalla ricerca raccoglie un messaggio importante – commenta Andrea Castellari, a.d. di Viacom International Media Networks Italia -. I giovani europei ed italiani sentono la necessità e l’urgenza del cambiamento e sono pronti a darsi da fare in prima persona per costruire il loro percorso di crescita personale e professionale, aprendosi all’Europa come luogo di opportunità”.

In generale, 9 ragazzi su 10 credono che per farcela debbano impegnarsi in prima persona e rischiare. Tre sono le principali strategie attraverso cui declinano l’intraprendenza: la formazione (e quindi un investimento su loro stessi), la migrazione in un altro Paese con più possibilità e l’imprenditorialità.

Il 38.5% investirà nello studio e nello sviluppo di competenze, il 46% (dato che sale fino al 50% sui 18-24 e al 53% al Sud e Isole) è disposto a trasferirsi all’estero o in altre regioni per avere maggiori opportunità professionali e il 20% afferma che proverà ad avviare una propria attività.

 

IL RAPPORTO CON L’EUROPA E LE ELEZIONI

L’Europa viene vista, soprattutto agli occhi dei giovani italiani, come una grande risorsa seppur ancora non pienamente espressa. Questi giovani pur riconoscendone i benefici apportati a livello di relazioni tra gli Stati (tanto che secondo il 60% è fondamentale per mantenere la pace e le buone relazioni fra i Paesi membri, e per il 58% appartenere all’UE è un bene per il proprio Paese), le chiedono di farsi carico delle loro istanze e di ripensarsi in una veste più pragmatica, fattiva e in sintonia con i loro bisogni.

L'Europa luogo di opportunità per i giovani italiani. La ricerca di Viacom

Chiedono più occasioni per studiare e lavorare all’estero (il 59% dei 18-24enni) per fare ricerca di alto livello in ambiti innovativi (49% dei 18-24enni) per creare una propria impresa in altri Paesi europei (41%) e in generale per fare esperienze di valore: viaggiare (39%) e fare volontariato (17%).

Le tematiche prioritarie che, secondo i giovani europei, dovrebbero essere sull’agenda dell’Unione sono: l’ambiente, la situazione economica e immigrazione.

Anche nel Regno Unito, nonostante la Brexit, la popolazione più giovane è convinta che l’UE sia fondamentale per mantenere la pace e buoni rapporti con gli altri Stati membri (56%), che sia una forza culturale positiva (53%), un ‘paladino del bene’ nella politica internazionale (53%) e che farne parte sia un vantaggio per il proprio Paese (62%).

Rispetto al prossimo appuntamento elettorale di maggio, i ragazzi italiani risultano piuttosto informati e rispetto ai loro coetanei europei sono tra i più propensi ad andare a votare confermando la spinta all’azione dimostrata nel corso delle ultime elezioni politiche italiane e delle precedenti tornate elettorali del Parlamento Europe.

Solo il 7% non ha intenzione di votare mentre il 18% si dichiara indeciso. La maggioranza dei giovani italiani che non andranno a votare indica come principale motivazione il non sentirsi rappresentato da nessun candidato/partito politico.

SCARICA L’INFOGRAFICA

L’Europa luogo di opportunità per i giovani italiani. La ricerca di Viacom ultima modifica: 2019-05-09T17:15:03+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment