Onlineprinters novembre 2019
 

La televisione per la Generazione Z: rimane accesa, ma da passiva diventa (inter)attiva

Primo highlight della ricerca Z Factor di Havas Media sui comportamenti mediali della GenZ

Solo il 4,5% della Generazione Z sostiene di non guardare più la televisione; il primo pomeriggio e la sera a cena, magari con il resto della famiglia, sono i momenti preferiti per guardarla.

Circa il 16% usa la televisione per guardare contenuti on-demand, episodi delle serie TV preferite o film, su piattaforme di streaming o di contenuti, ma solo per il 5% l’utilizzo delle feature on demand sono utilizzate come fruizione esclusiva (rispetto al 7% dei Millennials che hanno probabilmente più budget da investire per l’iscrizione a queste piattaforme).

La febbre da on-demand è spesso innescata da meccanismi di FOMO e da un vivace passaparola tra amici, che restano i principali endorser nella scelta di una serie tv o un’altra.

I grandi show televisivi come Sanremo e X-Factor sono di forte interesse anche per i più giovani e vengono commentati in real-time sui social e nelle community online.

Continua la prossima settimana con “Video didn’t kill the radio”

***

Notizie correlate:

La generazione del prossimo futuro sotto la lente di ingrandimento di Havas Media e ZooCom

I brand preferiti dalla Generazione Z: pochi, ma con un’identità definita e uno storytelling che fa la differenza

2° highlight – Il posto dell’audio nella dieta mediale della GenerazioneZ: video didn’t kill the radio

3° highlight – Per la Generazione Z Instagram è una cosa seria. Manuale di psicologia del like

4° highlight – La Generazione Z utilizza i social in modo passivo, simile a quella che era la tradizionale modalità di fruizione della TV

5°highlight – La Generazione Z è super selettiva con i profili da seguire, che però sono determinanti nel processo d’acquisto

6° highlight – Un solo canale, mille possibilità: YouTube. La Generazione Z lo usa per divertirsi, informarsi, imparare, ispirarsi

7° highlight – Toglietemi tutto, ma non il mio smartphone! La Generazione Z passa il 33% della giornata davanti a uno schermo

8° highlight – La Generazione Z fa un uso ‘snack’ dell’informazione: rapido e poco approfondito

9° highlight – Le generazioni cambiano, ma non i loro bisogni: ecco come li soddisfano i più giovani

 

La televisione per la Generazione Z: rimane accesa, ma da passiva diventa (inter)attiva ultima modifica: 2019-02-12T09:25:51+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment