Online Printers
 

La metà degli italiani (47%) sceglie lo smartphone come strumento per i propri acquisti quotidiani

Uno studio di Mastercard condotto da GFK Eurisko mette in luce l’approccio dei consumatori italiani sui pagamenti digitali e, più in generale, verso le tecnologie e l’innovazione

La metà degli italiani (47%) sceglie lo smartphone come strumento per i propri acquisti quotidiani. Un dato ben sopra la media europea (33%). E’ quanto emerge dalla ricerca ‘Connected Consumer’ di Mastercard, condotta da GFK Eurisko. Analizzando le modalità di utilizzo dei device, il 38% degli italiani – 33% degli europei – lo usa per acquistare beni di consumo, tra cui biglietti e servizi, vivendo la propria quotidianità in modo sempre più smart. Inoltre, quasi la metà degli italiani (47%) ritiene i pagamenti via mobile siano la soluzione più semplice, con una media europea del 31%.

La metà degli italiani (47%) sceglie lo smartphone come strumento per i propri acquisti quotidiani

Ben più della metà (53%) la ritiene la soluzione più veloce (vs. 35% per l’Europa) e la sfrutta anche per ottimizzare le proprie spese, cercando la migliore offerta (51% dato italiano e 39% dato europeo). Saranno proprio i pagamenti via mobile ad avere, nei prossimi anni, il maggiore impatto sulla nostra quotidianità. Lo studio evidenzia come il 60% degli italiani li consideri come la soluzione che impatterà in modo significativo la loro esperienza e-commerce, seguiti da tecnologie per la smart home (41%) e i wearable device (30%).

Il dato italiano è pressoché allineato con quello europeo sull’uso dello smartphone per effettuare transazioni bancarie, pagamenti di bollette, trasferimenti di denaro: a livello continentale si arriva al 29%, a livello nazionale al 28%. Infine, il 14% (dato Italia) sceglie di finalizzare un pagamento nel negozio fisico via mobile (11% Europa).

FIDUCIA NELLA TECNOLOGIA Le tecnologie innovative messe a disposizione dei consumatori italiani sono ben recepite ed apprezzate, e il trend mostra dei dati più che positivi e in costante crescita. Il 34% degli italiani intervistati ritiene infatti che l’innovazione sia utile per cercare soluzioni adatte alle esigenze del quotidiano (dato simile a quello dei cittadini europei, che si attesta al 32%).

Secondo quanto emerge dall’indagine, l’innovazione è sinonimo di semplificazione per il 31% sia degli italiani che degli europei e di velocizzazione (27% per i nostri connazionali vs 34% dei continentali).

I trend Italia vs Europa sulla tecnologia mobile

• Secondo la ricerca il 53% degli intervistati in Italia e il 42% in Europa ha utilizzato il proprio device mobile per cercare informazioni su eventi sportivi, concerti e cinema, dati che salgono vertiginosamente su entrambi gli scenari per quanto riguarda l’utilizzo di mappe (tre quarti dei nostri connazionali e il 59% dei continentali).

• Siamo sempre connessi, è un dato di fatto. E anche la ricerca segnala il trend dell’always on come dominante, in Italia (il 60% afferma che è importante essere sempre online e “rintracciabili”) e in Europa (50%).

MILANO VS. ROMA I milanesi sono i consumatori più tecnologici d’Italia e i più connessi, leggermente sopra i romani: il 26% di loro ha dichiarato che le nuove tecnologie sono indispensabili nella quotidianità, contro il 20% dei romani.

Le due città sono molto simili su tanti topic riguardanti l’approccio alle nuove tecnologie: il 74% dei meneghini utilizza lo smartphone per cercare informazioni, contro il 72% dei cittadini romani (contro una media nazionale del 61%); a Milano il 31% ha effettuato pagamenti contactless (10% via smartphone), i capitolini li superano di misura (32% – 11% via mobile), dati di gran lunga superiori alla media nazionale del 20% (di cui il 6% con smartphone).

“Milano e Roma si stanno rivelando all’avanguardia negli ultimi anni, a dimostrazione del fatto che l’accoglienza delle innovazioni tecnologiche da parte dei nostri concittadini è sempre più forte, nell’ottica di una semplificazione del quotidiano che ormai è sotto gli occhi e alla portata di tutti” spiega Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia. • Le priorità di utilizzo dello smartphone variano tra le due città: se a Milano è il device più utilizzato per scattare foto e girare video (75%), a Roma il 76% lo sceglie per comunicare con gli amici.

Le differenze si notano anche su altre attività: a Milano la comunicazione con gli amici si attesta sul 70%, seguito poi dal visualizzare e-mail (60%) e pagine social (56%), utilizzare le mappe (56%), accedere a servizi bancari (30%) e leggere le notizie (30%). A Roma, invece, lo smartphone si usa principalmente per consultare i social network (67%), inviare e leggere la propria posta elettronica (62%), immortalare un’immagine (60%), consultare le mappe (44%), home banking (32%) e leggere news online (24%).

• È evidente che l’uso di supporti tecnologici porti dei benefici nella quotidianità: il 61% dei romani afferma che è disposto a pagare di più prodotti che rendono la vita più semplice, dato leggermente superiore a quello milanese (59%), contro una media italiana del 53%. Questo nonostante alcuni affermino di riscontrare ancora qualche difficoltà nell’utilizzo delle nuove tecnologie (24% milanesi vs 20% romani).

• Milanesi e romani scelgono sempre più di frequente di utilizzare le piattaforme online anche per i propri acquisti, con percentuali di gran lunga superiori alla media nazionale. Comprano principalmente i biglietti del treno o dell’aereo (25% Milano vs 19% Roma vs 13% Italia), vacanze (17% per Milano contro il 12% di Roma e una media nazionale del 11%) o di prenotare un albergo (15% per i milanesi vs il 13% dei capitolini e il 9% dell’Italia).

 

La metà degli italiani (47%) sceglie lo smartphone come strumento per i propri acquisti quotidiani ultima modifica: 2019-01-10T11:36:49+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment