Onlineprinters settembre 2019
 

Per la Generazione Z Instagram è una cosa seria. Manuale di psicologia del like

Terzo highlight della ricerca Z Factor di Havas Media sui comportamenti mediali della GenZ

Studiando le motivazioni dietro il gesto di dare (o non dare) un like su Instagram – social che ha una penetrazione pressoché totale sul target – si scoprono molteplici sfumature, significati e strategie. Un affare terribilmente importante, tant’è che la popolarità del profilo e i like ricevuti impattano sull’autostima del 65% degli intervistati.

La ricerca ha individuato 5 macro-significati di cui sono rivestiti i like: primo e più immediato la visibilità, per la quale avere tanti fan e tanti like è sinonimo di desiderabilità e conferma del proprio ruolo sociale nella cerchia di conoscenze; conquista, per suscitare attenzione nei confronti della persona corteggiata; amicizia, per la quale il like scatta quasi in automatico; occasionalmente invece per rimanere in contatto con persone che si vedono raramente o con cui si è avuto a che fare in passato; e infine i temuti ‘non-like’, segno di disapprovazione che a volte è l’anticamera della chiusura del rapporto social. 

Il monitoraggio dei like è talmente importante che tanti per gestire questa ‘vita digitale’ scelgono di attivare le impostazioni di Instagram Business.

Continua la prossima settimana con l’highlight ‘L’uso dei social da parte della Generazione Z’

***

Notizie correlate:

La generazione del prossimo futuro sotto la lente di ingrandimento di Havas Media e ZooCom

I brand preferiti dalla Generazione Z: pochi, ma con un’identità definita e uno storytelling che fa la differenza

1° highlight – La televisione per la Generazione Z: rimane accesa, ma da passiva diventa (inter)attiva

2° highlight – Il posto dell’audio nella dieta mediale della Generazione Z: video didn’t kill the radio

4° highlight – La Generazione Z utilizza i social in modo passivo, simile a quella che era la tradizionale modalità di fruizione della TV

5°highlight – La Generazione Z è super selettiva con i profili da seguire, che però sono determinanti nel processo d’acquisto

6° highlight – Un solo canale, mille possibilità: YouTube. La Generazione Z lo usa per divertirsi, informarsi, imparare, ispirarsi

7° highlight – Toglietemi tutto, ma non il mio smartphone! La Generazione Z passa il 33% della giornata davanti a uno schermo

8° highlight – La Generazione Z fa un uso ‘snack’ dell’informazione: rapido e poco approfondito

9° highlight – Le generazioni cambiano, ma non i loro bisogni: ecco come li soddisfano i più giovani

Per la Generazione Z Instagram è una cosa seria. Manuale di psicologia del like ultima modifica: 2019-02-26T09:52:14+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment