DoubleVerify, la qualità post-bid è in aumento e in Italia diminuiscono del 15% le violazioni di brand suitability

La piattaforma software di misurazione, dati e analytic dei media digitali DoubleVerify ha rilasciato il Global Insights Report 2021, studio annuale sullo stato attuale della qualità e delle performance dei media digitali mercato per mercato.

Secondo il report, molte metriche di qualità post-bid registrano una diminuzione dei tassi di violazione di brand suitability e frode a livello globale, dimostrando – afferma DoubelVerify – l’impatto delle tecnologie di verification sull’intera supply chain digitale. Il programmatic continua a crescere come modalità di acquisto, ma i brand globali stanno attivando sempre più di frequente segmenti di pre-bid, eludendo blocchi o incidenti post-bid.

Lo studio segnala la CTV come altro settore in costante crescita, aumento a livello globale dell’87%, anche se nella regione EMEA rimane in testa il web mobile. In calo, invece, le violazioni di brand suitability: per quanto riguarda l’Italia, la diminuzione è del 15% anno su anno.

Tuttavia, a livello globale, determinate tipologie di frode, in particolare quelle relative ai video sui dispositivi mobili (+50%), continuano ad affliggere il settore, mentre le frodi sulla CTV e nello streaming si stanno evolvendo, migrando dai bot al traffico verso i data center. Nel Global Insight Report, DoubleVerify ha anche creato un Indice di Attenzione, valutando fattori come engagement ed esposizione degli annunci.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT

DoubleVerify, la qualità post-bid è in aumento e in Italia diminuiscono del 15% le violazioni di brand suitability ultima modifica: 2021-07-23T09:49:02+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment