L’Healthcare investe in pubblicità, nel 2014 spesa +12%. Ampi margini di crescita nel digital, dove le aziende del settore investono il 19%. Lo scenario di Iab4Pharma

A una settimana dal lancio della vendita online dei farmaci da banco, IAB Italia, in collaborazione con HPS – Health Publishing and Services, casa editrice del magazine AboutPharma and Medical Devices, ha dedicato il primo Seminar verticale al mondo del Pharma, presentando case history di successo e approfondendo in maniera esaustiva la nuova regolamentazione a partire dal recepimento della direttiva 2011/62/UE.

Complice proprio la possibilità di acquistare direttamente i farmaci online, sono numerose le opportunità offerte in questo momento dal settore farmaceutico nel campo del digitale.

L’intervento di Alberto Dal Sasso, TAM and AIS Managing Director Nielsen, che ha seguito l’apertura di Daniele Sesini, Direttore Generale di IAB Italia, ha offerto una panoramica sul mercato, utile per analizzare l’impatto dell’innovazione digitale e dei canali social e per individuare gli approcci di comunicazione degli stakeholder nel settore sanitario. Dal Sasso ha evidenziato una crescita del 2.3% della spesa pubblicitaria nel mondo nel 2014, mentre il comparto Healthcare segna un incremento più deciso del 7.6%, confermato anche nel primo trimestre 2015 con un +4%. L’Healthcare risulta quindi essere il terzo settore nel ranking mondiale dell’advertising nel 2014 con una quota pari all’8%. Il panorama italiano offre una situazione ancora più rosea per il Settore Farmaceutico, che chiude il 2014 con un +12% e si attesta come settimo settore nel ranking dell’anno con una quota del 5.2%. La crescita è confermata anche nel primo trimestre 2015.

Il dato particolarmente interessante riguarda la dislocazione degli investimenti pubblicitari, che in Italia vede le aziende farmaceutiche concentrare più della metà dei propri investimenti pubblicitari sul mezzo televisivo. Nielsen stima che la quota destinata al Digital sia pari al 19%, un dato inferiore alla media di altri mercati verticali, e quindi con ampi margini di crescita.

iab

Ampio spazio è stato offerto nel corso della mattinata al tema della regolamentazione, con interventi di alcuni dei principali esperti legali in merito. Roberto Valenti, Partner DLA Piper Italy e Presidente Comitato Life Science American Chamber of Commerce, e Giulia Zappaterra, DLA Piper Italy hanno approfondito il tema della comunicazione relativa ai farmaci e dispositivi medici con particolare attenzione alle Linee Guida pubblicate dal Ministero della Salute (rispettivamente in data 17 febbraio 2010 e 28 marzo 2013) in merito all’utilizzo dei nuovi mezzi di diffusione della pubblicità sanitaria. Altrettanto rilevante il focus sulla normativa di legge appena entrata in vigore, D. Lgs. 17/2014 (che ha recepito la Direttiva 2011/62/UE e che ha modificato il D. Lgs. n. 219/2006) che ha introdotto la possibilità per i consumatori di acquistare online i farmaci da banco. Gianluigi Marino, Associate DLA Piper Italy, ha invece presentato gli obblighi e gli adempimenti in materia di protezione dei dati personali da tenere in considerazione nell’ambito di blog e forum dedicati alla salute, delle app medicali nonché delle attività di comunicazione (e commercio) online delle società farmaceutiche, anche in vista della prossima entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sulla privacy.

“Siamo molto soddisfatti del successo del primo Seminar verticale, a conferma della validità della scelta di ampliare i contenuti e gli ambiti di azione per aiutare a esplorare le numerose opportunità offerte dal digitale, soprattutto in quei settori non direttamente legati al mondo interattivo. Abbiamo deciso di partire da un settore come quello farmaceutico che, come abbiamo visto oggi, ha ampi margini di crescita legati al digitale e può essere di stimolo per tutta la Industry. I partecipanti interessati e la sala piena dimostrano che stiamo percorrendo la strada giusta” Ha dichiarato Daniele Sesini, Direttore Generale di IAB Italia. “In futuro ci impegniamo a entrare sempre più nei mercati verticali per portare il nostro know-how a tutti i settori e mostrare i benefici offerti dall’uso del digitale”.

L’Healthcare investe in pubblicità, nel 2014 spesa +12%. Ampi margini di crescita nel digital, dove le aziende del settore investono il 19%. Lo scenario di Iab4Pharma ultima modifica: 2015-07-08T11:34:41+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment