Il fai da te è per chiunque, Leroy Merlin lo dimostra con campagna multisoggetto di Publicis sul web

In occasione della Festa del bricolage, Leroy Merlin lancia una nuova campagna video per il web a supporto dell’edizione speciale dei corsi di Fai da te. All’interno della strategia sulla valorizzazione di tutti i  servizi, è stata realizzata, con il supporto di Publicis, una campagna multisoggetto per il web.

Per la prima volta l’edizione speciale dei corsi  avrà come tema in tutti i negozi lo stesso progetto completo che consentirà di scoprire le fasi per la costruzione di un bagno: dalla posatura del pavimento, al montaggio di un box doccia, dall’istallazione dei sanitari all’imbiancatura delle pareti.

“Abbiamo pensato – dichiara Stefania Savona, direttore comunicazione Leroy Merlin Italia – di parlare ai non bricoleur mostrando loro una  divertente e inconsapevole iniziazione al “fai da te”. Facendo vivere loro il piacere di fare qualcosa con le proprie mani”  La campagna, basata sul concetto “Scopri di saperlo fare”, dimostra in modo inaspettato che frequentando un corso di fai da te Leroy Merlin chiunque può essere in grado di installare un box doccia o realizzare una pittura decorativa. Grazie alla complicità di una moglie e di una mamma, sono cadute nella trappola le vittime perfette: due ignari clienti, rispettivamente un marito e una figlia, che di “fai da te” non hanno mai voluto sentir parlare, ma che alla fine hanno scoperto di “saperlo fare”.La produzione della campagna ha coinvolto veri dipendenti e veri esperti di Leroy Merlin, ma soprattutto veri consumatori. Pianificazione di Maxus.

 

Credits:
Il team creativo Publicis che ha realizzato il progetto è composto da responsabili creativi Stefano Battistelli (copy) e Francesco Epifani (art). La direzione creativa esecutiva è di Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini. La regia di Gigi Piola e la casa di produzione è Bedeschi Film

 

Il fai da te è per chiunque, Leroy Merlin lo dimostra con campagna multisoggetto di Publicis sul web ultima modifica: 2013-10-16T13:14:24+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment