Eggers kamasutra
 

Coop rilancia la campagna ‘Close the Gap’, nuovo obiettivo l’estensione del congedo di paternità

Logo e creatività della campagna ‘Close the Gap’ di Coop sono a cura dell’agenzia Naked mentre la pianificazione è di PHD

In vista dell’8 marzo, Giornata internazionale della Donna, Coop ha rilanciato la campagna ‘Close the Gap’ con una seconda edizione focalizzata sul riequilibrio dei ruoli genitoriali promuovendo il congedo di paternità.

Un tema complesso, da affrontare nel lungo periodo e su numerosi fronti: c’è il gap visto dalla prospettiva delle donne, sulle quali ricade sempre la maggior parte della cura della famiglia e della casa rendendo difficile la conciliazione con il lavoro, ma anche quello che penalizza gli uomini ai quali viene negata la gioia di stare di più con i propri figli fin dalla nascita. In sostanza si promuove una redistribuzione degli incarichi che farebbe bene sia alle famiglie che al tessuto produttivo italiano, grazie a una cultura che non esclude le donne dal lavoro.

«Oggi la campagna Close the Gap è entrata a far parte a tutti gli effetti nei nostri processi operativi e, dopo il successo dell’abbassamento della tampon tax, abbiamo voluto andare al cuore del problema della disuguaglianza tra donne e uomini – spiega Maura Latini, Amministratrice Delegata Coop Italia -. Impegnarci nel contribuire a chiedere l’aumento del congedo di paternità obbligatorio ci è sembrato un punto di partenza significativo per ottenere giustizia sociale sia per gli uomini che per le donne».

Per questo Coop ha voluto coinvolgere non solo le famiglie ma anche le aziende, dalle cooperative di consumatori ai fornitori dei prodotti a marchio, in una serie di iniziative la prima delle quali è l’adesione alla petizione ‘Genitori#allapari’ sull’estensione del congedo di paternità obbligatorio promossa dall’associazione Movimenta.

Maura Latini, Amministratrice Delegata Coop Italia, e Marco Pedroni, Presidente Coop Italia e Ancc-Coop

La proposta del laboratorio di attivismo civico e politico incoraggia i neo e futuri papà a rivendicare il diritto ad un congedo di paternità retribuito al 100% e per un minimo di tre mesi, mostrando nel contempo alle aziende le ricadute positive di tale provvedimento in termini di modernizzazione della società nella ripresa post pandemica.

A marzo la petizione su Change.org sarà promossa sui media e nei punti vendita con particolare enfasi in occasione dell’8 marzo, della Festa del Papà che cade il 19 marzo e, a seguire, della Festa della Mamma a maggio: una promozione che sconta del 50% una serie di prodotti porta in vita il concetto del fare a metà. Dal 17 al 19 marzo invece verranno proposte in un’edizione speciale le salviettine per bambini Crescendo – possibile regalo per i neo papà – per portare il messaggio di sensibilizzazione sulla necessità di fare #allapari.

Alla campagna contribuirà anche la community Papà Pinguino, collettivo di giovani attivisti, informando, sensibilizzando una platea il più ampia possibile e mobilitando i cittadini.

Logo e creatività della campagna sono a cura dell’agenzia Naked, mentre la pianificazione è a cura di PHD. «E’ previsto un piano di promozione nella fase iniziale che si svolge a marzo con le ricorrenze, un incontro con le ragazze della Nazionale di canottaggio e con le premiazioni Coop for future e Close the gap – aggiunge Latini -. Ma questo è solo l’inizio, è una causa che ha bisogno di un percorso lungo e di un racconto che va oltre la comunicazione, sviluppato grazie al confronto con le cooperative e i soci. Vedrete cose a breve e ancora di più nei tempi a venire».

 

Coop rilancia la campagna ‘Close the Gap’, nuovo obiettivo l’estensione del congedo di paternità ultima modifica: 2022-03-08T11:22:08+01:00 da Redazione

Related posts

Comment