La low cost Bip Mobile promette 100 mln in pubblicità in 3 anni. Spot solo su Mediaset

L’operatore virtuale lancia l’offerta di telefonia mobile con un’aggressiva strategia di comunicazione in tv

Oltre 100 milioni di euro, di cui 20 lordi da qui alla fine dell’anno solo su reti Mediaset, è il budget che Bip Mobile investirà nei prossimi 3 anni per promuovere la propria offerta di telefonia mobile.

Fabrizio Bona

Fondato da Fabrizio Bona – manager di lungo corso del settore con esperienze in Telecom, Wind e Vodafone (allora Omnitel) – Bip Mobile è un operatore virtuale che punta a 1 milione di clienti entro il primo anno con un’offerta ‘low cost’: una sola tariffa “facile e comprensibile” (3 cent al minuto per le chiamate verso tutti e 3 cent in regalo per ogni sms ricevuto) appoggiandosi alla rete di H3g, struttura operativa snella grazie all’utilizzo dell’outsourcing per quasi tutte le funzioni.

 Al via il 25 settembre il primo dei 7 spot

Attivo da ieri, l’operatore punta a intercettare una parte di quei 30 milioni di italiani che ogni anno attivano una nuova Sim card, un mercato che vale circa 18 miliardi. L’obiettivo a 5 anni è di 5 milioni di clienti, il break even è previsto a quota 700mila.

Per questo è stata studiata una strategia di comunicazione aggressiva con un budget imponenente e una pianificazione concentrata quasi esclusivamente sulla tv per raggiungere una brand awareness spontanea del 50% entro la primavera del 2013. «Abbiamo scelto di concentrare la nostra comunicazione sulle reti Mediaset perché fra il loro pubblico é presente l’intero bacino dei clienti che ci interessano – ha spiegato Bona, che ricopre la carica di a.d. -. Il ritmo degli investimenti pubblicitari dipenderà poi anche dalla risposta che riceveremo».La pianificazione prenderà il via il 25 settembre con il primo dei 7 spot previsti da qui a fine anno, con una creatività che intende smarcarsi dai diretti competitor: niente comici o belle ragazze come testimonial ma, grazie a un accordo con la Warner, Road Runner e Wile E. Coyote.

Pianificazione e creatività interni in collaborazione con Brandesign Lab e Monkey Talkie

Negli spot, nei tagli da 10 e 15”, si alterneranno i vari prodotti e le offerte (come ad esempio il servizio internet). Claim “be smart, be bip”. Le linee guide della creatività sono interne all’azienda con la collaborazione di BranDesignLab e di MonkeyTalkie, casa di produzione e post produzione milanese che in passato aveva realizzato l’immagine dei canali di Mediaset Premium.

La pianificazione è stata gestita invece dall’house agency Engagement Planning.

Nello staff dell’azienda Francesca Mazzulla è responsabile comunicazione e Maurizio Bergami è direttore marketing e comunicazione.

In breve:

• Azionisti di maggioranza sono la Famiglia Giacomini (che gestisce un gruppo che opera nei servizi per internet) con il 66,7% e la Famiglia Bona con il 25%

• Obiettivo: 1 mln di clienti nel primo anno, 5 mln entro 5 anni

• 1.350 punti vendita attivi e 3.000 entro il 2012

• Oltre 100 milioni di investimenti pubblicitari da qui al 2014

La low cost Bip Mobile promette 100 mln in pubblicità in 3 anni. Spot solo su Mediaset ultima modifica: 2012-09-21T10:37:14+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment