Daniele Cima mette in mostra la sua disastrosa pagella al liceo Beccaria di Milano

L’art director e graphic designer propone in una mostra aperta fino al 16 febbraio una serie di reinterpretazioni creative della sua disastrosa pagella del 1964/65 che gli valse la bocciatura

La pagella dello studente Daniele Cima dell’anno scolastico 1964/65 dice che quel ragazzo nemmeno quindicenne non possedeva alcuna attitudine verso alcuna materia di studio: nè l’italiano, nè il latino, nè il greco, nè il francese, nè la matematica, nè la storia. Neppure verso la ginnastica.

Invece molti anni dopo quel ragazzo diventerà, a giudizio di alcuni, “il più bravo art director italiano di tutti i tempi”.

Daniele Cima mette in mostra la sua disastrosa pagella al liceo Beccaria di Milano
Daniele Cima

Oggi Cima ha deciso di produrre una serie di reinterpretazioni creative, dissacranti e ironiche, della sua disastrosa pagella e le ha presentate nell’aula magna del liceo ginnasio “Cesare Beccaria” di Milano – lo stesso ginnasio dove nel 1965 è stato clamorosamente bocciato – con gli interventi di Andrea Panico, psicoterapeuta e psicoanalista, e di Cristina Muccioli, curatrice della mostra e critico d’arte.

Dieci opere di grande formato e di grande impatto visivo, caratterizzate da colori elettrici, che si contrappongono al cupo grigiore che costituisce il ricordo che l’artista ha della scuola italiana degli anni sessanta.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a sabato 16 febbraio dalle 10 alle 12,30 (domenica esclusa).

Per informazioni: https://www.danielecimart.com/

Una delle opere

 

Daniele Cima mette in mostra la sua disastrosa pagella al liceo Beccaria di Milano ultima modifica: 2019-02-08T10:42:40+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment