Con Grey la Bocconi dedica un monumento alla conoscenza

Grey e Università Bocconi aggiungono un capitolo alla loro collaborazione. Al centro dell’operazione il motto ‘Knowledge that matters’, la long idea ideata da Grey che ha dato impulso alla comunicazione dell’istituto dal 2017 trasmettendo l’obiettivo dell’università: diffondere un sapere che non è fine a sé stesso ma ha un impatto sulla società.

Nel progetto di Grey, la vision dell’Università si trasforma con la tecnica del découpage nella prima installazione artistica realizzata a partire dai paper scientifici Bocconi, firmata dall’artista e graphic designer Lorenzo Petrantoni, rinomato per le sue collaborazioni internazionali con The New York Times, The Guardian e The New Yorker.

Il materiale, proveniente da scritti dal 1900 fino ai giorni nostri, compresa la tesi di Adelina Gallo, la prima donna a laurearsi presso l’ateneo milanese, è stato selezionato nella biblioteca Bocconi in un mese di lavoro dall’artista, dal team di Grey e da Professori, archivisti e comunicatori della Bocconi, per poi trasformarsi in circa ventimila fogli della dimensione di 9×13­ che sono stati utilizzati per ricoprire l’installazione lunga nove metri e mezzo per due.
Un segno imponente che andrà ad arricchire in modo permanente la piazza tra viale Bligny e via Röntgen.

L’installazione è stata inaugurata il 23 ottobre con l’intervento del Magnifico Rettore Gianmario Verona e del Presidente Mario Monti. A sostegno dell’evento l’agenzia ha inoltre ideato e sviluppato una campagna sui canali social mirata all’engagement degli utenti e corredata da una video casehistory che racconta tutte le fasi del progetto, dall’ideazione alla sua meticolosa realizzazione.

Con Grey la Bocconi dedica un monumento alla conoscenza ultima modifica: 2019-10-25T08:46:15+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment