Il British Museum lancia i NFT delle opere d’arte, si inizia con Hokusai

La Grande Onda di Hokusai, insieme ad altri capolavori conservati al British Museum, diventeranno dei NFT da collezionare.

La novità cade in occasione della mostra che il museo dedicherà all’artista giapponese, con un totale di 200 opere tokenizzate: 100 di quelle esposte in mostra e altre 100 della collezione del museo.

Katsushika Hokusai - Thirty-Six Views of Mount Fuji- The Great Wave Off the Coast of Kanagawa - Google Art Project
Katsushika Hokusai, Public domain, via Wikimedia Commons

La piattaforma francese LaCollection.io è partner dell’operazione, attraverso la quale il museo affronta il trend emergente della crypto-arte e potrà raggiungere persone con cui è difficile entrare in contatto tramite mezzi tradizionali.

I prezzi partono da 500 dollari, ma possono crescere a seconda della rarità del pezzo: ad esempio sono stati commercializzati solo due NFT della Grande Onda – che ne fa un pezzo ‘ultra raro’ – mentre altre opere sono tirate in edizioni da 1.000 e 10.000. In caso di rivendita, una commissione del 10% andrà al British Museum e il 3% a LaCollection.io.

Il British Museum lancia i NFT delle opere d’arte, si inizia con Hokusai ultima modifica: 2021-10-01T10:34:18+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment