Activision invia due fotografi di guerra a scattare foto dentro Call of Duty: Vanguard per raccontarne il realismo

E’ la prima campagna importante voluta dal CMO Fernando Machado dopo l’arrivo in Activision Blizzard da Burger King

Tanto realistico da sembrare vero. La campagna di lancio di Call of Duty: Vanguard, nuovo episodio della saga di videogame di Activision Blizzard in uscita il 5 novembre, conta su una collaborazione speciale: quella dei fotogiornalisti di guerra Alex Potter e Sebastiano Tomada Piccolomini, ‘inviati speciali’ all’interno del game engine per scattare un servizio fotografico che esalta il realismo della computer grafica.

Entrambi hanno una lunga esperienza sul campo, in particolare in Medio Oriente, e hanno pubblicato i loro scatti su numerose testate internazionali. La loro esperienza è raccontata nel trailer che mostra le loro reazioni in tempo reale, alla luce della loro professionalità sui campi di battaglia.

La campagna è stata ideata dall’agenzia GUT ed è la prima uscita sotto la guida di Fernando Machado, Chief Marketing Officer di Activision Blizzard, dopo il suo arrivo da Burger King in cui è stato la mente di famose campagne.

«Call of Duty: Vanguard cattura l’epica della seconda guerra mondiale in un modo incredibilmente coinvolgente. Abbiamo testato il suo realismo inviando Alex Potter e Sebastiano Tomada Piccolomini con speciali portali, simili a macchine fotografiche, nel motore del gioco stesso, portandoli indietro nel tempo come se stessero realmente fotografando in quel periodo e mostrando come sarà davvero Vanguard ai giocatori di tutto il mondo” ha spiegato Machado.

Per realizzare il gioco, sono state usate tecnologie come la fotogrammetria in cui luoghi, scene e oggetti sono stati ricreati nel gioco con la qualità di un’immagine realistica. I due fotografi aspettavano il momento giusto per scattare, nello stesso modo che nella vita reale.

“Erano situazioni che normalmente avrei catturato”, ha detto Alex Potter nel trailer. “Sono rimasto colpito da quanto tutto fosse cinetico e immersivo. Un conflitto ha proprio questo aspetto“, ha aggiunto Sebastiano Tomada Piccolmini.

I loro scatti in-game sono stati anche stampati e sono in vendita sul sito www.BleeckerTrading.com e da Bleecker Trading NY.  Tutti i proventi delle vendite delle fotografie saranno devoluti alla Call of Duty Endowment, iniziativa benefica di Activision per il reinserimento sociale e lavorativo dei veterani di guerra.

Activision invia due fotografi di guerra a scattare foto dentro Call of Duty: Vanguard per raccontarne il realismo ultima modifica: 2021-10-22T10:50:25+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment