Onlineprinters marzo 2020
 

Sprint prende il 33% della piattaforma di streaming musicale Tidal

Il gestore di telefonia Sprint, controllato dal gruppo giapponese Softbank, ha annunciato di aver acquisito il 33% della piattaforma di streaming musicale Tidal, lanciata nel 2014 e nota per essere un investimento di Jay Z insieme ad altri artisti, posizionata come alternativa di qualità e più rispettosa dei diritti d’autore rispetto a piattaforme di massa come Spotify o Deezer.

TIDAL

Sprint ha spiegato che l’operazione permetterà ai suoi 45 milioni di clienti di accedere a contenuti esclusivi non disponibili altrove.

L’azienda potrà inoltre raggiungere nuovi clienti attraverso i canali di Tidal, che continuerà a operare in modo indipendente e ampliare il proprio pubblico grazie al co-marketing.

Tidal è disponibile in 52 paesi con oltre 42,5 milioni di canzoni e 140mila video in alta qualità; è un servizio a pagamento, senza versioni base free e quindi per forza di cose più di nicchia rispetto ai competitori.

Tidal dichiara 3 milioni di abbonati, ma recentemente la testata norvegese Dagens Næringsliv ha contestato i dati visto che, analizzando i ricavi da vendita di servizi dell’azienda, appare che gli account attivi sarebbero 1,2 milioni e gli utenti paganti non più di 850mila.

Sprint prende il 33% della piattaforma di streaming musicale Tidal ultima modifica: 2017-01-24T12:28:07+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment