ONLINEPRINTERS FEBBRAIO 2020
 

Delta Airlines investe sull’AI e tecnologie innovative per costruire un customer journey senza stress

La categoria viaggi e turismo esordisce al CES di Las Vegas e Delta Airlines diventa il primo vettore aereo ospite di un keynote.

Il CEO Ed Bastian ha illustrato la visione dell’azienda che vuole utilizzare AI e altre tecnologie per dare ai clienti un’esperienza di viaggio senza stress e iper-personalizzata, dall’app mobile per il chek-in e per ordinare i pasti in volo prima di salire a bordo all’utilizzo del riconoscimento facciale per l’imbarco.

Secondo il recap che IPG Media Lab ha fatto del keynote, i punti salienti della visione di Delta sono il display ‘parallel reality’, un innovativo servizio di ritiro e consegna bagagli e l’intrattenimento a bordo.

Il primo è una nuova tecnologia di visualizzazione che la compagnia aerea sta sviluppando con la start-up Misapplied Science e che permette di mostrare contenuti diversi e personalizzati fino a un centinaio di viaggiatori contemporaneamente e che sarà testata all’inizio dell’estate nell’aeroporto di Detroit. Meno avveniristico e forse più efficace, il nuovo servizio di gestione dei bagagli libera i viaggiatori di ogni peso e perdita di tempo, ritirando le valigie a casa e consegnandole direttamente a destinazione, con il tracking in tempo reale direttamente sull’app.

L’offerta di intrattenimento, invece, prevede il wifi più veloce a bordo e un ‘binge button’ per guardare programmi TV sui voli più lunghi, aprendo le cabine a media partner per fornire contenuti. Per IPG Media Lab, la presenza di Delta al CES 2020 dimostra che ogni azienda che voglia essere al passo con i tempi, non importa il settore di appartenenza, deve iniziare a pensare come un’azienda tecnologica e imparare a sfruttare tutte le innovazioni per migliorare l’esperienza dei consumatori.

Delta Airlines investe sull’AI e tecnologie innovative per costruire un customer journey senza stress ultima modifica: 2020-01-09T12:35:56+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment