Uniqlo crea opere di ‘thermo art’ prodotte con il calore del corpo per la campagna ‘We Stay Warm Together’

In un periodo in cui la misurazione del calore corporeo, tra termometri e scanner termici all’ingresso dei luoghi pubblici, provoca un po’ d’ansia, la nuova campagna di Uniqlo riesce a trasformarla in un’opera d’arte.

Insieme all’agenzia Tbwa\Hakuhodo, Uniqlo ha lanciato la campagna ‘We Stay Warm Together’ dedicata alla linea di capi termici Heathtech nella quale vengono create in tempo reale animazioni ed effetti speciali usando la temperatura del corpo umano. L’idea è permettere al pubblico di sperimentare visivamente il calore prodotto dal loro corpo.

Ad affiancare il brand in questa operazione, secondo quanto dichiarato una prima, ci sono l’interactive designer Daito Manabe e il visual artist Raven Kwok insieme alla cantante e produttrice Akini Jing.

Le opere d’arte digitale sono state prodotte da una tecnologia che utilizza tre telecamere: una termica che capta le radiazioni infrarosse, una che cattura i colori e le immagini reali, un’altra le profondità segnando le distanze tra gli oggetti per catturare il movimento.

La tecnologia analizza l’energia della radiazione infrarossa del soggetto e i suoi movimenti per creare una grafica visiva attraverso i dati della distribuzione del calore corporeo.

Fa parte della campagna anche uno strumento su Instagram che genera pattern basati sui movimenti dell’utente: si può provare scannerizzando il QR code sul sito.

 

Uniqlo crea opere di ‘thermo art’ prodotte con il calore del corpo per la campagna ‘We Stay Warm Together’ ultima modifica: 2020-11-04T11:12:59+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment