Per il black friday _sucks lancia le t-shirt fritte. Che costano il doppio, ma per una buona causa

In occasione del black friday, il brand lifestyle lanciato quest’estate da Dude Things promuove un’operazione che punta a strappare un sorriso ma che ha anche un risvolto sociale

Ogni anno al black friday veniamo bombardati da sconti e promozioni di ogni tipo. Il marchio lifestyle _sucks ha così pensato a un’operazione originale e irriverente, che però ha anche un risvolto sociale.

Il brand lanciato quest’estate da Dude Things (vedi notizia) ha deciso di trasformare il black friday nel ‘black fry-day’ e di friggere le sue iconiche magliette rigorosamente nere. Perchè, secondo _sucks, ogni cosa quando viene fritta diventa migliore.

E alla faccia degli sconti, il marchio ha deciso di proporle a un prezzo praticamente più che doppio di una normale t-shirt del brand.

Il tutto per una buona causa. Il 30% del ricavato di ogni fry-tee sarà infatti devoluto alla onlus Hikikomori di Milano per attività di assistenza e terapia per la cura da dipendenza da shopping compulsivo online.

La cooperativa sociale Hikkikomori di Milano è un centro studi e terapie sulle nuove dipendenze e problematiche relazionali. Si occupa di studio, analisi e la terapia delle nuove dipendenze patologiche e delle problematiche relazionali.

Ma chi ha fritto le magliette? Non uno a caso ma Maurizio Tentella, food blogger che ben si sposa con la filosofia del brand, all’interno della celebre friggitoria milanese Tutti Fritti.

L’operazione viene testimoniata da un video presente sui canali social _sucks e di Tentella, in cui lo spettatore si ritrova immerso in un mondo fatto di t-shirt, olio e pastella.

Per il black friday _sucks lancia le t-shirt fritte. Che costano il doppio, ma per una buona causa ultima modifica: 2021-11-26T10:25:37+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment