ONLINEPRINTERS FEBBRAIO 2020
 

Adidas sta sperimentando WhatsApp come piattaforma per le campagne di influencer

Se in Usa i brand hanno riscoperto gli sms e li utilizzano come canale di marketing per evitare l’affollamento di inbox e social feed, Adidas sta portando a un nuovo livello l’uso di WhatsApp.

Dalle conversazioni dirette con i clienti, avviate nel 2015 per costruire piccole community iper-locali, l’azienda sta sperimentando l’app di messaggistica come piattaforma principale per le campagne globali e per coltivare il rapporto con i consumatori più influenti invece di pagare per campagne di influencer marketing.

L’esperimento più recente, ha spiegato a Digiday Laura Coveney, managing editor della newsroom di Adidas a Londra, è stato fatto per il lancio del nuovo modello di scarpe da calcio Predator. Attraverso la hotline ‘Rent-a-Pred’ le squadre amatoriali potevano condividere informazioni sulla formazione, quella avversaria e i giocatori più deboli e chiedere l’aiuto di un calciatore sponsorizzato da Adidas che si sarebbe presentato in campo con il nuovo modello Predator20 Mutator.

La messaggistica diretta, prima ancora che WhatsApp decida di aprirsi alla pubblicità, è già stata sperimentata da Adidas con la community ‘tango Squad’, gruppo di giovani calciatori provenienti da 15 città di tutto il mondo che hanno avuto accesso esclusivo ai nuovi prodotti prima del lancio.

Questo network, creato da We Are Social nel 2015, si è evoluto diventando un gruppo di micro-influencer connessi via messaggistica per raggiungere audience e conversazioni che si stanno progressivamente allontanando dai social: secondo i dati 2019 di GlobalWebIndex, i 5 canali più utilizzati dalle persone per condividere informazioni e contenuti sono le app di messaggistica (63%), i social (54%), il passa-parola (51%), gli sms (48%) e le mail (37%).

Adidas sta sperimentando WhatsApp come piattaforma per le campagne di influencer ultima modifica: 2020-02-19T14:14:43+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment