Cambia il Bonus Pubblicità col Decreto Cura Italia. Nel 2020 sarà il 30% sull’intero investimento

Con il Decreto Cura Italia sono arrivate misure per stimolare gli investimenti pubblicitari che, anche se non abbiamo ancora numeri ufficiali, stanno e nel breve continueranno a soffrire a causa del coronavirus.

Se fin ora il credito d’imposta ammontava al 75% sulla parte incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente, adesso viene calcolato al 30% ma sul totale dell’investimento pubblicitario. La norma, contenuta all’articolo 98 del decreto nelle misure a sostegno dell’editoria, varrà eccezionalmente solo per quest’anno. Il limite di spesa massimo è di 27,5 milioni di euro.

Per accedere bisognerà presentare domanda tra l’1 e il 30 settembre 2020, ma restano valide anche le domande di chi richiede il bonus tra l’1 e il 31 marzo, con una comunicazione telematica come previsto negli anni scorsi.

Bisognerà poi nel gennaio 2021 presentare una dichiarazione sostitutiva degli investimenti effettuati, dopodiché il ministero selezionerà i beneficiari e distribuirà loro le sovvenzioni. Solo dopo il decreto che conclude l’iter sarà possibile utilizzare il credito d’imposta.

Il bonus è valido per investimenti effettuati su stampa periodica e quotidiana, anche online, e su tv e radio locali.

Cambia il Bonus Pubblicità col Decreto Cura Italia. Nel 2020 sarà il 30% sull’intero investimento ultima modifica: 2020-03-20T18:19:52+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment