Le storie dei rifugiati diventano fumetti per bambini su Instagram. A raccontarle è Robogee

Si chiama Robogee e vuole cambiare la narrazione riguardo i rifugiati, rappresentanti spesso sui media come un peso per le nazioni in cui arrivano e come individui senza speranza, quando invece spesso sono persone che hanno risorse e capacità di resilienza eccezionali.

Si tratta del nuovo progetto della ong libanese MAPs (Multi-Aid Programs) e dell’agenzia olandese We Are Pi, che prende le mosse dal robottino Robogee, costruito nel 2016 dal gruppo di giovani ingegneri rifugiati Team Home.

Robogee, crasi tra le parole robot e refugee, racconta le storie di vita reale dei suoi ideatori con un linguaggio e con uno stile adatto ai bambini, evidenziando come innovazione e creatività siano doti fondamentali per riuscire nella vita e cambiare così lo stereotipo del rifugiato che va per la maggiore, sia tra i cittadini europei che tra i giovani rifugiati stessi.

Il nuovo spin off del progetto è l’account Instagram @RobogeeTheRobot, sul quale i follower possono entrare in contatto con la community dei rifugiati e conoscere le loro esperienze di prima mano: a fare da tramite è il robottino, anche lui in fuga dal suo pianeta. I fumetti escono con cadenza settimanale, seguendo il viaggio di Robogee nella galassia.

Più avanti verrà realizzato anche un pupazzo giocattolo, fatto a mano a crochet da un gruppo di artigiani rifugiati o donne libanesi povere, venduto sul sito di Robogee. I ricavi andranno a finanziare i programmi educativi in scienze e tecnologie di MAPs e le donne che li hanno creati.

Mark Lester, head of strategy di We Are Pi, spiega «Il mondo in cui i media parlano dei rifugiato talvolta crea un’immagine negativa e disumanizzante. Abbiamo creato Robogee per coinvolgere il pubblico in modo da smantellare questa narrativa e dar risalto alle vere capacità dei rifugiati. Il mondo che abbiamo creato è fittizio ma le storie e i personaggi sono basati sui veri viaggi ed esperienze degli studenti di MAPs».

Le storie dei rifugiati diventano fumetti per bambini su Instagram. A raccontarle è Robogee ultima modifica: 2020-09-07T12:04:11+02:00 da Redazione

Related posts