Daniele Cima dona ‘Lock Notes’ per sostenere le persone più fragili di Milano

L’artista dona 58 opere grafiche (tavole, t-shirt, shopper) che raccontano i 58 giorni di reclusione metropolitana per sostenere le attività di “Mai solo, se resti a casa”

Coniugare arte e impegno sociale, portando il proprio contributo alla comunità in un momento di grande crisi collettiva. Questo il significato ultimo dell’iniziativa con cui Daniele Cima, famoso art director, graphic designer e visual artist, ha deciso di offrire sostegno alle attività di ‘Mai solo, se resti a casa’, il progetto di Associazione Energie Sociali Jesurum che, dallo scorso marzo, offre a Milano servizi gratuiti ai cittadini più fragili.

Nello specifico, l’artista ha voluto donare ‘Lock Notes’, diario grafico di reclusione domestica in cui ripercorre visivamente la propria esperienza di lockdown attraverso artwork inediti ora confluiti in una vasta collezione. Opere grafiche, catalogo, t-shirt, shopper: 58 opere grafiche che raccontano 58 giorni di sospensione, attraverso prospettive differenti tra cui ciascuno potrà scegliere quella più vicina al proprio modo di guardare questo incredibile periodo e contribuire, così, ad aiutare persone e famiglie cui il virus ha tolto tutto.

Daniele Cima dona ‘Lock Notes’ per sostenere le persone più fragili di Milano

Il diario è completato dalle parole con cui Sofia Ambrosini, Pasquale Barbella, Enrico Bonomini, Enrico Chiarugi e Daniele Ravenna (a cui si deve anche l’invenzione del titolo “Lock Notes”) hanno voluto raccontare la loro esperienza detentiva, dai dati statistici con cui Mimmo Cafari circostanzia ogni giornata di questo periodo e dal testo introduttivo attraverso il quale la curatrice del progetto Cristina Muccioli ne illustra il lato artistico.

«Secondo Theodor Adorno “Il compito attuale dell’arte è di introdurre caos nell’ordine”, ma durante i 58 giorni di questa inaspettata esperienza mi sono permesso di disattendere il pensiero dell’illustrissimo filosofo e sociologo tedesco. La situazione appariva sufficientemente caotica e necessitava semmai di essere ordinata, sia sul versante artistico, sia su quello sociale, che hanno trovato un punto di congiunzione in questa bella iniziativa, che vuole portare un po’ di ordine e serenità nelle case di chi improvvisamente, inaspettatamente, si è ritrovato nel caos» ha commentato Cima.

Le opere sono in vendita sul sito www.locknotes.it.

Daniele Cima dona ‘Lock Notes’ per sostenere le persone più fragili di Milano ultima modifica: 2020-05-20T10:09:06+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment