Onlineprinters nov-dic 2020
 

Gara ICE da 39 milioni di euro: ammessi tutti i 10 raggruppamenti che avevano presentato un’offerta

Hanno superato la valutazione della documentazione amministrativa e sono stati ammessi alla fase dell’apertura delle offerte tecniche gli rti di Vice, MDC Partners, PHD, Carat, Mindshare,  Pomilio Blumm, Reply, MyIntelligence, Armando Testa e Jakala. Oggetto della gara è la realizzazione di una campagna straordinaria di comunicazione a favore del Made in Italy

Sono stati tutti ammessi i 10 raggruppamenti temporanei di impresa che avevano presentato un’offerta per la gara indetta da I.C.E (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) che affida la realizzazione di una campagna di comunicazione di promozione del made in Italy.

Gara ICE campagna di promozione made in Italy

Ecco i 10 raggruppamenti ammessi alla fase di apertura delle offerte tecniche:

1) Vice Aps con Vice Italia, Pulse Italia, Vice Benelux, Oberon Media, Magazine International;

2) MDC Partners con Ocm Group;

3) PHD con Omnicom PR Group e Dlv Bbdo;

4) Carat con Deloitte Consulting e Conic:

5) Mindshare con Ambrosetti, HDRA’, Mad Entertainment, Wunderman Thompson, Interactive Thinking, One More Pictures con l’rti di Startup Italia con Hoopygang, Nana Bianca e Instal;

6) Pomilio Blumm con Triboo Digitale, Triboo Mediahouse e LVenture Group;

7) Reply Digital Experience con Sister Reply e Like Reply;

8) MyIntelligence con Changee, DS Tech, KPI6.com, Hic Mobile e Screen Play;

9) Armando Testa con Eprcomunicazione, Media Italia, Centrale Comunicazione e Icoolhunt;

10) Jakala con Sec New Gate, 77Agency e Flytrendy Group.

L’appalto – che ha un valore di 39 milioni di euro per una durata di 12 mesi – prevede la realizzazione di una campagna di comunicazione in 26 paesi nel mondo che dovrà avere una prevalente componente digitale.

Gli obiettivi della campagna sono trasmettere l’immagine dell’Italia sensibilizzando il consumatore straniero verso scelte dettate dalle nostre tradizioni culturali; promuovere la scoperta del nostro paese, del suo territorio e delle sue eccellenze in tutti i settori; promuovere il concetto integrato di cultura+territori+prodotti; puntare su un concetto aggiornato dell’eccellenza italiana; sostenere le esportazioni italiane, attraverso il rilancio dei settori economici più colpiti dal Covid-19 e ridare slancio al settore turistico; ampliare e diversificare i mercati esteri di riferimento per le PMI italiane, in aggiunta ad un’azione di consolidamento della presenza del nostro export in quelli più tradizionali; favorire l’attrazione degli investimenti esteri in Italia.

Gara ICE da 39 milioni di euro: ammessi tutti i 10 raggruppamenti che avevano presentato un’offerta ultima modifica: 2020-10-22T10:40:46+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment