Innovazione digitale e identità sonora per il rebranding di Banca Ifis che investe 2,2 milioni in comunicazione

Ideata da Independent Ideas e pianificata da Carat, la campagna di Banca Ifis sarà on air per 9 settimane destinando il 25% del budget ai quotidiani nazionali e locali

Avviato prima dell’inizio della pandemia, il rebranding di Banca Ifis è stato ripensato anche in funzione di quanto accaduto in questi mesi in cui i rapporti interpersonali sono stati ridefiniti e il distanziamento sociale è diventato quotidianità.

Innovazione digitale e identità sonora sono pilastri della nuova corporate identity presentata ieri nel corso di una conferenza stampa online con il VP Ernesto Fürstenberg Fassio e l’AD Luciano Colombini.

“Il rebranding è un grande progetto, al quale lavoriamo da mesi, un’altra tappa del nostro lungo viaggio e un’occasione per far vedere all’esterno quello che siamo. Vogliamo rafforzare il posizionamento della Banca tra le migliori anche a livello di brand strategy, portare i nostri colori all’estero, stare al passo con i tempi ed esprimere la modernità dell’istituto anche attraverso un brand contemporaneo e digitale. La nuova immagine di Banca Ifis è stata concepita nel solco della lunga storia familiare, con al tempo stesso uno spiccato Dna innovativo”, ha spiegato Fürstenberg Fassio.

Banca di nicchia, specializzata nei servizi e soluzioni di credito alle imprese e acquisizione e gestione di portafogli di crediti, Banca Ifis parte da una migliore riconoscibilità per affermare i suoi valori per valorizzare le capacità interne e comunicare meglio con l’esterno – “abbiamo capito che non avevamo una chiara riconoscibilità”, ha detto Fürstenberg Fassio – anche grazie a un nuovo portale online che ora rappresenta l’unico punto di accesso all’ecosistema digitale della banca.

Per comunicare la nuova corporate identity è on air per 9 settimane una campagna, ideata da Independent Ideas e pianificata da Carat, per un investimento complessivo dichiarato di 2,2 milioni di euro su quotidiani nazionali e locali (per il 25% dell’investimento), digital (che assorbe il 30% del budget) e in TV (tradizionale e on-demand pari al 38% dell’investimento) cui a settembre si aggiungerà anche la radio (7% dell’investimento).

Più che il linguaggio ‘visionario’ della campagna, la novità è la sonic brand identity di cui si è dotata Banca Ifis. Progettata da Fluendo Agency in collaborazione con Concerto Music, Audiobrand Italy (spin-off dell’Università La Sapienza di Roma) e dal compositore Enrico Giaretta, si tratta di una composizione armonica creata per attivare associazioni mnemoniche durevoli ed emotivamente profonde.

Il sonic brand verrà declinato in comunicazione, attraverso gli spot radio, nei video e nelle presentazioni istituzionali, nelle suonerie dei cellulari dei dipendenti e nell’attesa telefonica del centralino.

Il logo è stato progettato da Luther Dsgn, brand architecture e brand strategy sono state concepite da Inarea Identity and Design Network.

CREDITS

CEO Independent Ideas: Alberto Fusignani

Executive Creative Director: Erick Loi

Copywriter: Giorgio Schirripa

Art Director: Pierpaolo Bivio, Matteo Tommasi, Roberto Nicosia

Client Service Director: Cabiria Granchelli

Account Executive: Emily Dobson

Production: Haibun

Regia: Danxzen e Bax

Fotografia: Danxzen

Executive Producer: Cesare Fracca

Producer: Francesca Valenti

Post video: Bax

Post foto: Davide Cattelan

Musica: Spicyo

Innovazione digitale e identità sonora per il rebranding di Banca Ifis che investe 2,2 milioni in comunicazione ultima modifica: 2020-06-30T10:49:54+00:00 da editorbrand01

Related posts

Comment