Al via partnership tra Intel e Warner Bros. per lo sviluppo di esperienze immersive a bordo delle auto autonome

Intel ha annunciato al Los Angeles Auto Show una collaborazione con Warner Bros. per sviluppare esperienze di bordo immersive nei veicoli autonomi.

Questo tipo di esperienza, denominata AV Entertainment Experience, prevede la realizzazione di un prototipo per dimostrare come potrebbe essere l’intrattenimento nei veicoli del futuro. Il veicolo, che fa parte della flotta di 100 automobili di test di Intel, mostrerà le potenzialità di intrattenimento per il mondo della guida autonoma.

L’ascesa del settore dei veicoli autonomi determinerà una significativa espansione dei tempi a disposizione per il consumo dell’intrattenimento, basti pensare che l’americano medio passa oltre 300 ore all’anno al volante. Man mano che gli utenti passano dall’essere guidatori a passeggeri, il tempo che spenderanno con i loro dispositivi connessi, incluso il tempo di visione di video, è destinato ad aumentare.

A fronte di questo dato Warner Bros. e Intel immaginano notevoli possibilità all’interno dell’abitacolo dei veicoli autonomi: non solo i passeggeri potranno fruire contenuti che spaziano da film a programmi televisivi, ma anche esperienze immersive grazie alla realtà virtuale e alla realtà aumentata di bordo. Ad esempio i passeggeri potranno mettersi nei panni di Batman nelle strade di Gotham City, oppure trasformare i finestrini in lenti sul mondo esterno, strumento per scoprire cose nuove oppure annunci pubblicitari.

Nella nota diffusa Brian Krzanich, ceo di Intel, ha però sottolineato “Anche se le possibilità di intrattenimento di bordo sono divertenti da immaginare, il test definitivo per il futuro delle auto autonome sarà conquistare la fiducia dei passeggeri. La tecnologia non conta se non ci sono passeggeri che si fidano e si sentono a proprio agio nell’utilizzarla.”

Al via partnership tra Intel e Warner Bros. per lo sviluppo di esperienze immersive a bordo delle auto autonome ultima modifica: 2017-12-01T11:28:37+01:00 da Redazione

Related posts