Lo spot di Instacart ‘How Homemade is Made’ immagina una distopia alimentare

La piattaforma di online grocery Instacart lancia negli Usa la sua prima campagna di brand che vuole far evolvere il servizio da una dimensione puramente transazionale a una ispirazionale, per instaurare un rapporto emotivo con i clienti.

La campagna ‘How Homemade is Made’ ideata da Goodby Silverstein & Partners immagina un mondo in cui le ricette di famiglia, che solo mamma è in grado di preparare, sono invece sfruttate commercialmente. Una distopia, a suo modo, che invita a celebrare il cibo preparato a casa e le esperienze uniche ad esso legate. La regia è di Ian Pons Jewell.

“How Homemade is Made” comes to life in a new film created in partnership with Goodby Silverstein & Partners (GS&P) that centers around a message of celebrating the food we make with love and care.

“Instacart combina la velocità e la praticità della tecnologia con una delle esperienze umane che più risuonano a livello emotivo: il pasto condiviso con i propri cari”, ha affermato Rich Silverstein, co-founder e co-chairman di GS&P. “Abbiamo sviluppato la campagna ‘How Homemade is Made’ per evidenziare come i concetti tradizionali di cibo, famiglia e pasti condivisi desiderati dai consumatori non solo possono convivere con la tecnologia moderna, ma effettivamente possono essere nutriti da essa”.

La strategia di brand di Instacart è stata sviluppata in collaborazione con TwentyFirstCenturyBrand, il film e la campagna “How Homemade is Made” sono stati creati con GS&P, pianificazione ed esecuzione dei media sono a cura di GroupM e la campagna sui social media e sugli influencer è stata sviluppata in collaborazione con Media.Monks.

Lo spot di Instacart ‘How Homemade is Made’ immagina una distopia alimentare ultima modifica: 2021-11-17T09:28:44+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment