Dole sbatte in faccia agli americani i numeri sulla malnutrizione con ooh giganti

Le etichette nutrizionali sono da tanti anni pubblicate sui packaging dei prodotti ma non tutti prestano loro attenzione. Così Dole Packaged Foods e le agenzie David Miami e David Madrid hanno pensato a un’etichetta che non può passare inosservata.

Un po’ per le dimensioni, grazie a formati e proiezioni gigantesche sui palazzi di New York, Los Angeles e Baltimora, e un po’ per il contenuto.

Queste infatti sono etichette della malnutrizione, che nero su bianco raccontano la triste realtà della povertà alimentare che riguarda tanti milioni di americani.

Con uno stile che ricalca le tabelle sul retro delle confezioni degli alimenti, presenta i fatti riguardanti le malattie e il numero delle morti causate dalla malnutrizione: ad esempio, “ogni anno 678mila morti negli Usa sono attribuite a problemi nutrizionali; fino al 2,7 milioni di vite potrebbero essere salvate ogni anno con un consumo adeguato di frutta e verdura”. Oppure “117 milioni di adulti statunitensi soffrono di malattie croniche legate a una nutrizione inadeguata e a mancanza di esercizio”.

La campagna invita a invertire il trend diffondendo gli scatti fotografici sui social con hashtag #ChangeTheFacts e a cambiare stile di vita.

«La malnutrizione è una crisi sanitaria mondiale che passa inosservata alla maggior parte di noi. È stimolante collaborare con un cliente abbastanza coraggioso da puntare i riflettori su di essa – dichiara Saulo Rocha, direttore creativo esecutivo di David Madrid – Queste etichette hanno lo scopo di coinvolgere le persone su questo argomento cruciale e nel cambiamento dei bisogni nutrizionali. E lo fanno in modo così perentorio da non poterle ignorare”.

Dole sbatte in faccia agli americani i numeri sulla malnutrizione con ooh giganti ultima modifica: 2021-02-15T11:38:35+01:00 da editorbrand01

Related posts

Comment