Con Bombay Sapphire il Museo del Design di Londra apre un minimarket-installazione

I musei inglesi resteranno chiusi fino al 19 maggio e quello del design ha reagito, tra evento e provocazione

Dopo un severo lockdown durato 3 mesi, i negozi di beni essenziali in Uk sono tutti aperti, ma i musei inglesi resteranno chiusi fino al 19 maggio.

Tra l’evento e la provocazione, il London Design Museum ha deciso di forzare le cose e dal 21 al 25 aprile sarà aperto grazie all’installazione al proprio interno di un minimarket dove si può fare la spesa.

L’idea è stata sviluppata da AMV BBDO con Ogilvy PR per conto del brand di gin Bombay Sapphire, da lungo tempo supporter del Design Museum.

Con l’aiuto dell’artista Camille Walala che ha progettato lo spazio, lo shop di oggetti è stato trasformato in punto vendita di beni essenziali mettendoli in diretta relazione con la creatività, altro bene essenziale per l’umanità, ha commentato Natasha Curtin, Bombay Sapphire Global VP.

L’obiettivo è raccogliere fondi per il museo, ma anche “riflettere su cosa compriamo, chi ne approfitta e quali cosi consideriamo essenziali”, ha dichiarato Tim Marlow, direttore del museo.

L’installazione, intitolata ‘Supermarket’, è fornita di beni essenziali, dal pane al caffè, detersivi inclusi, riprogettati da 10 artisti emergenti in special edition, caratterizzati dal blu di Bombay Sapphire: anche se non sopperirà al calo del 92% degli introiti del museo, accende un faro sull’istituzione. I prodotti sono in vendita dal 21 al 25 aprile presso il Design Museum e fino a esaurimento sul sito web dello shop.

Con Bombay Sapphire il Museo del Design di Londra apre un minimarket-installazione ultima modifica: 2021-04-23T11:01:25+02:00 da editorbrand01

Related posts

Comment